Presentata la biennale della Manini ''Libera l'arte''

3' di lettura 30/03/2011 -

Presentato questa mattina l'evento "Libera l'arte" presso la sede della Manini S.p.A.: sono 123 i progettisti italiani che si sono iscritti al concorso nazionale biennale di arte pittorica, con relativa mostra, organizzato dall'azienda Manini Prefabbricati Spa.



Numerosi sono i progettisti italiani che si sono misurati con i più diversi linguaggi pittorici, provenienti, oltre che dall'Umbria, anche da Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Calabria, Marche, Toscana, Sardegna, Sicilia e perfino dalla Repubblica di San Marino: gettando il cuore oltre l'ostacolo, costituito dalle inevitabili contingenze temporali e professionali, e cercando ancora di rappresentare a loro modo quel suggestivo scambio creativo e costruttivo tra la progettazione e l'arte.

Il progetto è stato presentato presso la sede dell'azienda ieri, martedì 29 marzo. Sono intervenuti Arnaldo Manini, amministratore delegato della Manini Spa, Anna Rita Rustici, responsabile dell'ufficio marketing Manini, il critico Giovanni Zavarella, coordinatore della giuria che ha valutato le opere, e i rappresentanti degli ordini professionali patrocinanti.

La raccolta delle opere è iniziata nell'ottobre 2010 ed è terminata il 31 gennaio scorso. I primi tre classificati avranno come premio la possibilità di effettuare bellissimi viaggi, mentre le opere vincitrici rimarranno, come ormai consuetudine fin dalle precedenti edizioni (2005-2007-2009), alla Manini che sta pensando di creare, in futuro, una vera e propria galleria d'arte per l'esposizione permanente delle opere. Oltre ai tre vincitori sono state assegnate anche venti menzioni di merito.

L'inaugurazione della mostra e l'annuncio dei vincitori, nonché la premiazione e la presentazione del catalogo delle opere pervenute, si svolgeranno il 9 aprile 2011 alle ore 15.00 presso la suggestiva location di Palazzo Monte Frumentario di Assisi.

L'iniziativa "Libera l'arte", più che come concorso e mostra comunemente intesi, si configura come un vero e proprio progetto culturale di grande spessore, in quanto si propone di "liberare" l'artista che, a livello più o meno consapevole, è parte integrante della creatività di architetti, geometri, ingegneri, dando loro la possibilità di cimentarsi con la propria fantasia ed il proprio humus espressivo.

"Libera l'arte - ha sottolineato Arnaldo Manini - è un progetto avviato nel 2005 da mio figlio Roberto. Grande amante dell'arte, Roberto ha saputo introdurre un dialogo con i professionisti, tra l'arte e il mondo industriale della progettazione. Uno slancio rivolto alla costruzione di un dialogo aperto e rinnovato, di relazioni di livello umano ed ideale con chi, a vario titolo, collabora con l'azienda, ma anche con chi condivide gli stessi obiettivi".

Dopo l'inaugurazione del 9 aprile sarà possibile visitare l'esposizione di tutte le 123 opere, presso Palazzo Monte Frumentario di Assisi e ad ingresso gratuito, dal 10 al 26 aprile prossimi con il seguente orario: dal martedì alla domenica (10-13; 16-19).


(Nella fotogallery alcuni momenti della presentazione e della precedente edizione. Clicca sulle immagini per ingrandirle e leggere la didascalia)








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2011 alle 02:57 sul giornale del 30 marzo 2011 - 1522 letture

In questo articolo si parla di cultura, pittura, concorso, assisi, manini prefabbricati spa, libera l'arte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/i3v