Ricci attacca la Mongolfiera: ''Sempre contro tutto e tutti''

Claudio Ricci 1' di lettura 19/04/2011 -

Contravvenendo ai suoi propositi di pacatezza, il primo cittadino di Assisi chiama direttamente in causa il gruppo della Mongolfiera che negli anni, secondo Ricci, si sarebbe limitato solo a "denunce e attacchi".



«Cosa ha prodotto in questi anni - si chiede Ricci - il gruppo della Mongolfiera che appoggia il candidato Carlo Cianetti? Sempre contro tutto e tutti, denunce (a Procura della Repubblica e Corte dei Conti), attacchi di ogni tipo e genere (forse, ancora, taluni ricordano le vicende della mattonata di Assisi e quella recente con cui si voleva ostacolare l'ampliamento e riqualificazione della casa di riposo Andrea Rossi in Assisi). Come noto non intendiamo replicare.

Continueremo a fare e proporre progetti utili per Assisi e il territorio utilizzando "toni pacati, dialogo, serenità e sobrietà". Certamente non ci faremo intimorire e continueremo ad assolvere, per quanto ci è consentito dalle norme, ai diversi ruoli istituzionali che, ricordiamo, si concluderanno il 14 maggio.

Tuttavia, allo scopo di rispettare il comune sentimento religioso e di non interferire con l'osservanza delle ritualità legate alla festività Pasquale, tutte le iniziative e gli impegni elettorali saranno sospesi dal giorno di giovedì 21 fino al giorno di lunedì 25 aprile».


da Claudio Ricci
Candidato sindaco di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-04-2011 alle 19:30 sul giornale del 20 aprile 2011 - 807 letture

In questo articolo si parla di politica, claudio ricci, la mongolfiera, elezioni comunali assisi 2011

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jP2