Bastia: Pd, ''I bambini rischiano di non trovare posto all'asilo comunale''

Partito Democratico 2' di lettura 02/05/2011 -

«Le cronache sui quotidiani locali sul resoconto dell'ultimo consiglio comunale - informa una nota del Pd bastiolo - lasciano spazio a diverse interpretazioni e poca chiarezza. Il gruppo consiliare del Pd e il coordinamento sentono la necessità di chiarire e riaffermare le posizioni espresse.



In merito alla modifica del regolamento per la gestione degli asili nidi comunali si dichiara quanto segue: "Non è del Pd e di esponenti sensibili ai problemi sociali farsi prendere dalla voglia di dire no a proposte innovative riguardanti gli asili nido.
Tuttavia come rappresentanti dei cittadini di Bastia, che finanziano con le loro tasse servizi essenziali come gli asili nido, abbiamo ritenuto nostro dovere chiarire e approfondire alcuni punti del nuovo regolamento che infine abbiamo approvato, dopo il dibattito e le rassicurazioni dell'assessore competente.

Non è l'inserimento di un bambino disabile residente fuori comune (Assisi) a preoccuparci (richiesto specificatamente dal servizio dell'Asl per l'handicap di cui è portatore riconoscendo la valenza dell'asilo di Bastia), ma ci preoccupiamo dei bambini di Bastia più in generale che rischiano di non trovare posto nella qualificata struttura pubblica per un articolo di regolamento non troppo puntuale del quale il gruppo del Pd ha contribuito a fare chiarezza se non altro per la fase applicativa".

Ribadiamo altresì che nelle politiche sociali abbiamo dimostrato sempre la massima apertura e all'avanguardia nelle predisposizione di nuove e significative iniziative.

Nel versante delle questioni urbanistiche è sorprendente la modifica al regolamento edilizio che esclude le Dia dall'obbligatorietà del parere della commissione edilizia, cosa peraltro ovvia e molto tardiva, senza affrontare i temi veri che il gruppo consiliare del Pd e gli stessi tecnici locali hanno più volte segnalato da tempo.
È proprio il caso di dire che "la montagna ha partorito il topolino".

Ribadiamo e richiediamo altresì di nuovo rigore e trasparenza nella spesa pubblica in questo momento di grave difficoltà e crisi economica.
È superfluo ricordare che la segreteria del partito ha condiviso e condivide appieno l'azione serena e impegnativa del gruppo consiliare nel suo complesso».


dal Partito Democratico
Sezione di Bastia Umbra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-05-2011 alle 06:15 sul giornale del 02 maggio 2011 - 618 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, politica, partito democratico, Asilo nido, bastia umbra, pd bastia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/kf5





logoEV
logoEV