L'omaggio di Claudio Ricci al beato Wojtyla

Karol Wojtyla, papa Giovanni Paolo II 1' di lettura 02/05/2011 -

«Lo spirito di Assisi legato a Giovanni Paolo II, giunto sei volte ad Assisi - afferma il sindaco di Assisi Claudio Ricci in occasione della beatificazione di papa Wojtyla -, si pone lungo il secolare cammino francescano di pace e dialogo che prospetta nell'altro uomo, sempre e comunque, un valore unico e una grande opportunità per un nuovo umanesimo.



Ogni uomo, ogni religione, deve tutelare e valorizzare la propria identità e il vero dialogo esiste solo se le diversità, pur mantenendo le relative specificità, camminano insieme, si pongono in atteggiamento di pellegrinaggio verso e per l'uomo.
Giovanni Paolo II, venticinque anni fa, elevò Assisi a luogo privilegiato di incontro e, a pochi mesi del nuovo incontro fra le religioni del mondo (27 ottobre 2011), convocato da papa Benedetto VI, il consiglio comunale di Assisi ha attivato il gemellaggio con Wadowice, città natale di Giovanni Paolo II, per consolidare questo ponte spirituale e culturale fra Assisi e la Polonia.

Quando papa Giovanni Paolo II concluse il suo pellegrinaggio terreno feci parte dei tanti che, trascorrendo tutta la notte in processione, andarono a rendere omaggio al beato Giovanni Paolo II.
Ricordo gli occhi di gioia e speranza delle persone in fila quella notte, testimoni delle tante umanità in cammino, semplicemente in cammino, ognuna con il proprio passo, le proprie emozioni e speranze, ma unite da una unica meta: il dialogo con la mitezza sempre e comunque, come stile di vita, in linea con l'insegnamento del beato Giovanni Paolo II».


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-05-2011 alle 06:24 sul giornale del 02 maggio 2011 - 818 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giovanni paolo ii, assisi, beatificazione, claudio ricci, karol wojtyla

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/kf6