Martelli (Lega per Assisi): ''Opere inaugurate e poi abbandonate''

Eraldo Martelli 1' di lettura 04/05/2011 -

«Il sindaco uscente, in piena campagna elettorale, anche se vietato, inaugura opere fatte da altri e non finite e poi non si cura minimamente della loro manutenzione». Queste le parole di Eraldo Martelli, candidato della Lega per Assisi nelle elezioni amministrative di Assisi del 15 e 16 maggio.



«Martelli - continua la nota - punta il dito contro l'immagine indecorosa del nuovo sottopasso pedonale di Santa Maria degli Angeli aperto da Ricci e non ancora finito, tanto che il giorno seguente all'inaugurazione è rimasto chiuso per l'intera mattinata.

"Troppo indaffarato nel tagliare i nastri di opere programmate e fatte da Bartolini - prosegue Martelli - non affida tempestivamente né programma la loro pulizia, lasciandole senza manutenzione.
Indecoroso lo spettacolo offerto dalla sporcizia del sottopasso, a cui si aggiunge quello della prima rotatoria all'ingresso di Assisi.

Da alcuni giorni una macchina ha urtato sulla segnaletica, piegandola verso terra, ove ancora permane, malgrado il periodo di intenso flusso turistico. Non è certo un bel segnale per la città"».



Il cartello stradale abbattuto








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2011 alle 01:22 sul giornale del 04 maggio 2011 - 920 letture

In questo articolo si parla di inaugurazione, politica, claudio ricci, elezioni comunali assisi 2011, eraldo martelli, lega per assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/klB





logoEV
logoEV