In manette i rapinatori delle farmacie tra Assisi e Perugia

Polizia 1' di lettura 07/05/2011 -

Assaltavano le farmacie, armati di taglierino e con i volti coperti da caschi, svuotandone le casse: due uomini, 32 e 36 anni, originari di Foligno e di Cannara, sono gli autori dei colpi messi a segno in diverse farmacie del perugino. A inchiodarli una telecamera di sorveglianza.



Nel giro di una decina di giorni i due avevano messo a segno cinque colpi in cinque farmacie diverse (Santa Lucia, Monteluce e via dei Filosofi a Perugia, Rivotorto ad Assisi e Ospedalicchio a Bastia Umbra), per un bottino di quasi 10.000 euro.

Una ricca refurtiva di cui, tuttavia, solo poche centinaia di euro sono state recuperate a seguito della perquisizione nella loro abitazione a Perugia.
Le forze dell'ordine ritengono che i soldi siano stati investiti nell'acquisto di sostanze stupefacenti. Gli auturi dei reati, infatti, sono noti alle autorità come tossicodipendenti, uno dei quali, tra l'altro, con precedenti penali per rapina.

A tradire la coppia il sistema di videosorveglianza installato all'esterno dell'ultima farmacia, che ha ripreso i volti scoperti dei due giovani poco prima che effettuassero il colpo.
Acquisite le immagini, non è stato complicato per gli investigatori risalire all'identità di uno dei due uomini che, condotto in caserma per l'interrogatorio, ha confessato in breve tempo il nome del complice.

I due uomini sono stati arrestati lo scorso 2 maggio dalla squadra mobile della questura di Perugia e ora si trovano in carcere con l'accusa di rapina continuata aggravata.






Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2011 alle 05:16 sul giornale del 07 maggio 2011 - 905 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, rapina, arresto, furto, perugia, farmacia, sara caponi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/kvc