Comitato Bartolini replica a Ricci: ''Permuta ingiustificabile''

Basilica Santa Maria degli Angeli, Assisi 1' di lettura 09/05/2011 -

Si alimenta lo scontro sulla proprietà della piazza della basilica di Santa maria degli Angeli: dopo aver replicato alla comunità francescana, il comitato elettorale per Bartolini sindaco replica anche alle dichiarazioni del primo cittadino di Assisi.



«Il sindaco uscente, con il comunicato in cui afferma che “agli atti non esiste alcun progetto presentato e non vi è alcuna intenzione di fare recinzioni o barriere”, offende l’intelligenza dei cittadini, oppure mostra di non possedere i rudimenti del diritto.

Infatti è evidente che nessuno avrebbe potuto presentare progetti di recinzione di un’area senza esserne il proprietario! Resta il fatto, invece, che Ricci non può giustificare in alcun modo la mozione del consiglio comunale che prevede la “permuta” e quindi la vendita della porzione di proprietà pubblica della piazza di S. Maria degli Angeli.

Quell’indirizzo del consiglio comunale, fatto (per esplicita ammissione dei frati) all’insaputa della comunità francescana, rappresenta una sciagurata iniziativa elettoralistica, che non migliora la fruizione di spazi a cui l’intera collettività cittadina si sente da sempre legata.

Condividere la proprietà della piazza impegna tutti alla responsabilità di rispettare questo bene prezioso, luogo d’incontro e di fratellanza per tutta l’umanità e che la comunità francescana con la collaborazione degli assisani da secoli custodisce.
È avvilente invece pensare che qualcuno abbia voluto approfittarne a scopo elettorale.

Le minacce di Ricci su fantomatiche azioni legali fanno sorridere anche i più sprovveduti!».


Per Bartolini sindaco
Comitato elettorale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-05-2011 alle 07:55 sul giornale del 09 maggio 2011 - 634 letture

In questo articolo si parla di politica, piazza, assisi, basilica, giorgio bartolini, santa maria degli angeli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/kxO





logoEV
logoEV