Speciale elezioni: intervista a Giorgio Bartolini

Giorgio Bartolini 5' di lettura 10/05/2011 -

Giorgio Bartolini è candidato alla carica di sindaco nelle elezioni del 15 e 16 maggio, con il sostegno del Nuovo Polo per Assisi (Udc, Fli, Api) e di tre liste civiche (Lega per Assisi, Futuro per Assisi e Lista Bartolini). Questa intervista ci aiuta a conoscere meglio il suo progetto per Assisi.



1) Quali saranno i provvedimenti prioritari del primo anno di eventuale mandato?
Il mio programma è chiaro: fin dall’inizio dovrò impegnarmi a migliorare la situazione occupazionale con provvedimenti che riguarderanno le zone industriali, stando vicino agli imprenditori e, nel contempo, realizzare un piano straordinario specifico per il turismo.


2) In cosa consiste questo piano strategico e quali sono le proposte per un rilancio del settore turistico?
Il piano strategico, elaborato da professionisti internazionali di comprovata esperienza, dovrà fornire una visione condivisa del futuro della città e dell’area vagliando tutte le opportunità alla portata di una città come Assisi, conosciuta in tutto il mondo. Esso dovrà essere approvato e condiviso dagli imprenditori locali che lo finanzieranno, affiancati dal Comune.


3) Come vincere la sfida del federalismo?
Attingendo le risorse al di fuori della tassazione locale, che sarà necessariamente più elevata perché diminuiranno i trasferimenti dal governo centrale: occorre reperire risorse investendo, ad esempio, nell’importanza di Assisi nel mondo, coinvolgendo possibilmente gli imprenditori internazionali.


4/a) Quali provvedimenti sono previsti a sostegno del settore sociale? Cosa prevede il Suo programma per i giovani, gli anziani, i disabili?
Le famiglie si sono impoverite: occorre innanzitutto andar loro incontro tamponando queste criticità. Occorre poi aiutare i giovani a trovare dei posti di lavoro, avviandoli eventualmente alla formazione professionale in linea con la domanda del mercato. Dal punto di vista degli spazi di aggregazione, essi ne lamentano la mancanza, ma l’iniziativa deve partire da loro, poi il Comune li affiancherà nei loro progetti. Per gli anziani è previsto, inoltre, un circolo nell’area nord di Assisi.

4/b) In una delle sue prime conferenze stampa da candidato Lei era stato categorico: nessun asilo comunale. Oggi è della stessa idea?
Certo, sono contrario agli asili pubblici, che il Comune non può sostenere e che, alla fine, costano come i privati, se non di più. Ciò che ho in mente è invece una forma di sostegno ai soggetti indigenti attraverso contributi per la retta dell’asilo privato.

4/c) Sono previste agevolazioni per la casa e la realizzazione di case popolari?
I finanziamenti per le case popolari vengono da altri istituti; il Comune valuterà eventuali progetti. Noi dobbiamo da una parte – e lo stiamo già facendo – dare una mano a coloro che non riescono a pagare gli affitti; dall’altra dovremo sostenere i progetti delle famiglie che non dispongono di garanzie sufficienti: in questi casi il Comune interverrà attraverso un fondo di garanzia, da erogare nei confronti di individui di comprovata serietà.

4/d) Gli immigrati godranno delle stesse agevolazioni?
Gli immigrati residenti che lavorano nel nostro territorio e che sono in regola avranno, naturalmente, le stesse opportunità degli altri: i soggetti che invece non lavorano e non tendono a integrarsi è opportuno che tornino nei loro Paesi perché il Comune non li supporterà.


5) Quali sono le Sue proposte concrete per incrementare posti di lavoro?
Fondamentalmente due: il piano strategico per il turismo e la velocizzazione delle aree produttive. Da una parte dobbiamo stare vicini agli imprenditori nel campo industriale e artigianale; dall’altro invece sostenere il turismo.


6/a) I dati raccolti dall’Arpa Umbria, relativamente alla raccolta differenziata in Assisi, sono scoraggianti: come procedere?
Siamo stati i primi a introdurre con successo un sistema di raccolta differenziata porta a porta in alcune località, progetto che poi non è proseguito perché la raccolta differenziata porta una maggiore tassazione. Ho sempre optato per il contenimento dei costi, ma visto che la legge ora ce lo impone essa dovrà essere integrata in tutto il territorio e migliorare qualitativamente, con l’introduzione dei cassonetti per ciascuna abitazione o condominio.

6/b) Durante questi mesi si è parlato anche di termovalorizzatori: Lei è favorevole o contrario?
Il termovalorizzatore non mi sembra una strada percorribile. So che ci sono dei progetti a livello ragionale per la microtermovalorizzazione, ma siamo solo agli inizi.

6/c) Il Suo programma prevede progetti per lo sviluppo della produzione di energie rinnovabili?
Esse naturalmente sono una risorsa che incrementeremo, compatibilmente a progetti e impatto ambientale.


7) Come valorizzare le frazioni e il centro storico, nonché ricollegarli tra loro?
Quasi tutte le frazioni della pianura sono in forte sviluppo, servite da un’estesa zona industriale. Le esigenze della montagna, invece, sono le strade e punti luce, e anche lì siamo a buon punto; occorrerà tuttavia limitare il Parco del Subasio. Per il centro storico si faranno delle scelte ben precise nell’ambito del piano strategico. Lo spopolamento è un problema comune ad altri centri storici, ma a differenza di essi, ad Assisi non si registrano problemi dal punto di vista della sicurezza.

8) Pensando alla consultazione elettorale, Lei esclude l’ipotesi di accordi con le altre coalizioni in un eventuale secondo turno elettorale?
Nessun accordo. Noi andremo al ballottaggio, e al ballottaggio vinceremo. Non arriveremo terzi e di questo sono sicuro, ma se proprio devo ragionare per ipotesi escludo qualsiasi accordo nel modo più assoluto: chi arriva terzo ha perso e basta.


Il programma completo del candidato è visionabile al sito: www.giorgiobartolini.it

Il candidato è inoltre presente su facebook: Giorgio Bartolini

In allegato un breve videomessaggio di Giorgio Bartolini.








Questa è un'intervista pubblicata il 10-05-2011 alle 07:50 sul giornale del 10 maggio 2011 - 1561 letture

In questo articolo si parla di politica, intervista, sara caponi, giorgio bartolini, elezioni comunali assisi 2011

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/kAT





logoEV
logoEV