Il coro di Ricci e Lunghi: ''La piazza degli Angeli non verrà recintata''

Basilica Santa Maria degli Angeli, Assisi 4' di lettura 11/05/2011 -

Paola Binetti, commissario Udc per l’Umbria, è intervenuta ieri sul quotidiano Il Corriere dell’Umbria per difendere la posizione del candidato sindaco Giorgio Bartolini, sostenuto anche dall’Udc, sul caldo dibattito intorno alla piazza della basilica di S.M.Angeli. Il sindaco Ricci e la lista di Tonino Lunghi, Uniti per Assisi, replicano all’on. Binetti ribadendo che nessuna recinzione è prevista attorno alla piazza.



«La lista Tonino Lunghi Uniti per Assisi replica alle dichiarazioni della Binetti che, utilizzando il solito fiume di parole retorico e totalmente privo di contenuti rilevanti, si riduce a ricordare a noi angelani e assisani che la piazza di Santa Maria è il cuore della nostra comunità.
Tali dichiarazioni fanno trapelare il suo evidente imbarazzo nei confronti dei volantini fatti circolare dal suo candidato sindaco Bartolini. I volantini contengono incaute accuse all’indirizzo di Ricci e di Lunghi e una ricostruzione dei fatti non vera, in quanto non esiste nessuna volontà e nessun progetto di recintare alcunché.

In quei volantini vi è anche il simbolo dell’Udc e la domanda sorge spontanea: forse Bartolini li ha confezionati senza consultare nessuno, come suo stile, e quindi nemmeno la lista dell’Udc?
Ora, comprendiamo il prevedibile imbarazzo della Binetti che, siamo certi, non può che condividere la posizione di Tonino Lunghi e Claudio Ricci sul tema della piazza di Santa Maria.

Per quanto riguarda le accuse di utilizzo propagandistico del tema della piazze, la lista Uniti per Assisi replica in modo chiaro: questa iniziativa faceva parte del programma storico dei cattolici impegnati in politica, unitamente alla riduzione dei check point del 30% per cinque mesi all’anno per dare respiro al flusso turistico e al gemellaggio con Wadovice, città natale di Giovanni Paolo II, esteso a Cracovia e Chestokova.
Quindi, contrariamente a quanto sostenuto da molti, il nostro ingresso in giunta non è avvenuto per le poltrone, ma per affermare con forza e determinazione i nostri valori e la nostra volontà di rinnovare l’indirizzo amministrativo della città di Assisi, risolvendo anche una serie di rapporti conflittuali con enti pubblici e soggetti privati che rendevano molto più complicata la gestione di tanti problemi amministrativi.

In questi pochi mesi, noi della lista Uniti per Assisi abbiamo operato e realizzato quanto ci eravamo proposti. Riteniamo, infatti, che la politica degli schieramenti sia fallita: occorre stabilire cosa fare, con chi lo si vuol fare, mettendoci la faccia, lavorando con tenacia per tutto il territorio e per tutti i cittadini, sulla scorta dell’antica presenza democratico e cristiana tanto feconda per la nostra terra.

Chi strumentalizza non siamo certo noi, ma chi ha scelto il candidato sindaco sbagliato, trovandosi ora in uno stato di evidente disagio dal quale non può più tornare indietro, nemmeno con dichiarazioni fumose e balbettanti, con intento riparatorio dell’ultimo minuto».


La posizione di Ricci

«Il sindaco di Assisi Claudio Ricci – aggiunge una nota del primo cittadino –, in merito al sagrato e zona verde di Santa Maria degli Angeli, ribadisce la chiara e limpida posizione dell’amministrazione comunale, e del relativo ordine del giorno approvato: piena volontà a collaborare con la basilica papale di Santa Maria degli Angeli e l’ordine dei frati minori per risolvere ogni tematica relativa alle specifiche proprietà; evitare ogni barriera di separazione o recinzione fra sagrato zona verde e l’area circostante; migliorare le manutenzioni, la qualità architettonica della zona e i servizi al fine di poter, sempre meglio, rendere fruibile la zona, per residenti e turisti, e promuovere iniziative culturali assonanti con il luogo.
Posizione chiara ribadita più volte in questi giorni malgrado i soliti volantini che taluni hanno voluto diffondere con notizie totalmente infondate in quanto nessuno a mai chiesto, come risulta in comune, da una specifica certificazione, di realizzare alcuna recinzione di nessun tipo e genere.
Leggiamo oggi sui quotidiani dichiarazioni, da parte dell’Udc regionale, che tenta di giustificare, senza riuscirci, il volantino con notizie infondate sul tema della piazza, diffuso dal candidato sindaco appoggiato dall’Udc che ha creato sconcerto su tutta la comunità angelana: tentare di rimediare a certi errori storici, urbanistici e socio culturali è difficile!».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-05-2011 alle 07:51 sul giornale del 11 maggio 2011 - 918 letture

In questo articolo si parla di politica, piazza, assisi, basilica, giorgio bartolini, santa maria degli angeli, paola binetti, lista uniti per assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/kDV





logoEV
logoEV