Il Prc si rimbocca le maniche: ''Costruire subito l'alternativa''

Partito della Rifondazione Comunista 2' di lettura 24/05/2011 -

Il circolo assisiate di Rifondazione Comunista ‘Peppino Impastato’ traccia un primo bilancio dopo la sconfitta elettorale del 15 maggio, proponendo fin da subito la costruzione di un “processo di aggregazione a sinistra” volto alla realizzazione di un’alternativa.



«La scorsa settimana - si legge nella nota del circolo del Prc - si è insediato ufficialmente il sindaco Ricci dopo la netta vittoria alle elezioni.

Crediamo poco alle sue ecumeniche parole concilianti di collaborazione con l’opposizione ma tant’è ne prendiamo atto e restiamo in attesa dei suoi primi provvedimenti.

Per ribaltare la situazione assisana è ora necessario costruire da subito una forte alternativa, credibile, innovativa e che si basi su forze fresche e giovani stando attenti a non cadere nel nero e vuoto nuovismo.

Rifondazione Comunista - Federazione della Sinistra, dal suo canto, ha delle priorità: costruire un processo di aggregazione a sinistra basato sul reciproco riconoscimento e rispetto per realizzare una vera alternativa; aprire una nuova stagione di opposizione alle politiche delle destra riconfermata al potere ad Assisi; proporre idee concrete, già esposte in fase di campagna elettorale e cercare su di esse la massima condivisione di tutte quelle forze politiche che abbiano principi comuni; militare sul territorio per promuovere campagne di vitale importanza per la cittadinanza, sia a livello locale che nazionale; ascoltare costantemente segnalazioni, opinioni, idee dei cittadini sulle varie problematiche che di volta in volta si presenteranno.

In pratica una sorta di campagna elettorale permanente e virtuosa, da svolgere tutto l’anno nell’esclusivo interesse della gente, non intesa come propaganda fine a se stessa o mirata al mero consenso elettorale: questo compito lo lasciamo alla destra populista che ha mezzi economici ingenti tali da effettuare la più brutta campagna elettorale della storia di Assisi per il suo sfarzo fuori luogo.

Il vento che improvvisamente si è alzato da nord deve darci nuove speranze, non solo perché annuncia la fine del sultanato berlusconiano ma soprattutto perché ci insegna che anche in zone in cui tutto sembra immutabile, se si lavora seriamente e con costanza, i risultati prima o poi arrivano.

Basta non demordere e prima o poi quel vento spirerà anche dalle nostre parti






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2011 alle 02:20 sul giornale del 24 maggio 2011 - 762 letture

In questo articolo si parla di politica, prc assisi, elezioni comunali assisi 2011, partito rifondazione comunista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/k0Q