La Bcc di Spello e Bettona vince la crisi

Credito cooperativo 2' di lettura 25/05/2011 -

Millecinquecentodieci soci per un aumento del 14,74 per cento in più rispetto al 2009, 229.479 euro di impieghi con clientela (per un 6,80 per cento in più) e 28.447,87 euro di patrimonio di vigilanza per un 13,58 per cento in più.



Sono alcuni dati del bilancio 2010 della Bcc di Spello e Bettona illustrati durante l’assemblea annuale dei soci che si è svolta, domenica 22 maggio, al Teatro Lyrick di Assisi.
Nonostante la crisi economica la Bcc di Spello e Bettona, quindi, è riuscita a registrare anche numeri positivi e raggiungendo traguardi importanti, tra i quali, l’apertura della sua undicesima filiale nel capoluogo umbro e regolarizzando 15 dipendenti precari con contratti a tempo indeterminato.

Oltre ai dati, il presidente Franco Piermarini e il direttore generale Maurizio Del Savio, hanno infatti ricordato gli obiettivi che l’istituto di credito si era prefissato e che alla fine “nonostante le difficoltà sono stati raggiunti”.

“Una banca che da oltre cento anni è a fianco delle famiglie, delle micro, piccole e medie imprese, degli artigiani, degli agricoltori, dei commercianti e dei giovani – ha ricordato il presidente Piermarini – e che ha il suo punto di forza nell’essere ancorata al territorio. Ci impegneremo anche nei prossimi anni – ha aggiunto – affinché la presenza della nostra banca sul territorio si traduca concretamente, e sempre più incisivamente, nel miglioramento morale, culturale, sociale ed economico che ci poniamo come obiettivo nel nostro statuto”.

“La banca prosegue il suo trend positivo – ha sottolineato il direttore Del Savio –, superiore a quello atteso ed è dimostrato anche dall’apertura della filiale a Perugia, una sede che permetterà un’espansione del territorio di competenza a tutto il comprensorio del perugino e che, allo stesso tempo, dà alla Bcc di Spello e Bettona un respiro di banca provinciale”.

A presiedere l’assise anche Lucio Campagnacci, Orlando Giuliani, Alessio Cecchetti e Maurizio Carnevale, rispettivamente vicepresidente vicario, vicepresidente, presidente del collegio sindacale e vicedirettore della Bcc Spello e Bettona.
Campagnacci si è poi augurato “una forma di aggregazione maggiore tra le varie bcc umbre per operare in contesti più ampi nella piena collaborazione”.

L’istituto punta ad espandersi ancora di più con l’apertura entro la fine dell’anno della sua dodicesima filiale a Trevi.



La conferenza stampa. Da sinistra: Franco Piermarini, Maurizio Del Savio, Lucio Campagnacci








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2011 alle 05:52 sul giornale del 25 maggio 2011 - 1258 letture

In questo articolo si parla di economia, banca di credito cooperativo, bcc spello e bettona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/lc5





logoEV
logoEV