Fiorucci: ''Il Pd torni in mezzo alla gente''

Partito Democratico 2' di lettura 27/05/2011 -

Come Borgognoni anche Stefania Fiorucci, portavoce della sezione femminile del Partito Democratico provinciale, replica alle accuse di Edo Romoli, sottolineando la necessità di un rinnovamento del partito a partire da donne e giovani, ma soprattutto dalla gente.



«Le Democratiche della Provincia di Perugia hanno contribuito, in occasione del voto amministrativo, alla definizione di un percorso solido e trasparente per l’individuazione di programmi credibili e frutto di un confronto serrato con i problemi dei cittadini. In tutte le città al voto è stato unanime l’impegno per la composizione di liste competitive, giovani e riconosciute.

Anche ad Assisi, pur in una situazione difficile, frutto di divisioni interne al gruppo dirigente e di egoismi spesso ingiustificati, abbiamo lavorato per una proposta credibile e competitiva.
Mentre altri preferivano abbandonare la squadra in difficoltà, abbiamo accolto la disponibilità di Claudia Travicelli a mettere in campo la sua esperienza e le sue competenze e a candidarsi alle primarie, vinte da Carlo Cianetti.

Insieme a lei abbiamo, poi, lavorato perché la lista del Pd a sostegno del centrosinistra e di Cianetti sindaco fosse un insieme di esperienze importanti e di novità, di giovani e di donne competenti.
Durante la campagna elettorale, tanti hanno lavorato affinché il Partito ottenesse il miglior risultato possibile. Sarebbe, dunque, auspicabile che si rispettasse chi, pur consapevole delle molte difficoltà, non ha abbandonato la squadra nel momento del bisogno, ha difeso un progetto e un percorso e si è impegnato per l’interesse generale, pensando al “Noi” e mettendo da parte l’ “Io”.

Detto questo, è evidente che non possiamo ritenerci soddisfatti del risultato ottenuto dal Pd di Assisi che ci rende manifesta la necessità di aprire una riflessione. L’auspicio è che la discussione sia aperta, franca, leale e serena e che si tenti davvero di individuare le ragioni della sconfitta per avere gli strumenti adatti a riorganizzare al meglio il Partito e mettere a leva le energie migliori, le donne e i giovani che hanno voglia di impegnarsi per riorganizzare il partito e rilanciare l’iniziativa politica in tutto il vasto e variegato territorio di Assisi.

Abbiamo bisogno di tornare in mezzo alla gente e costruire con i cittadini una campagna di ascolto e di partecipazione che sia la base della proposta politica del Partito Democratico cittadino. Perché Pd è sinonimo di democrazia e partecipazione.»


da Stefania Fiorucci
Democratiche della Provincia di Perugia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2011 alle 22:49 sul giornale del 28 maggio 2011 - 709 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, assisi, pd assisi, stefania fiorucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/lnc