Bastia: Capetav gongola, ventimila visitatori in tre giorni

Capetav 2011 3' di lettura 30/05/2011 -

20.000 visitatori in 3 giorni, 15 focus tematici sulla caccia e pesca, 1 mostra cani da caccia con 200 esemplari, il raduno nazionale del Lagotto romagnolo, 20 esibizioni (chioccolatori, balestrieri, sbandieratori, falconieri, softair, quad, cerca al tartufo, recupero ungulati, costruttori fly fishing).



Ma anche 1 raduno nazionale collezionismo venatorio, 10 premiazioni (tornei promozionali effettuati prima della fiera), gara simulatore di tiro a piattello laser, 1mo meeting nazionale delle donne cacciatrici, 1 fucile vinto messo in palio dalle sorelle Fausti, 2 presentazioni di libri, circa 200 espositori presenti con 10.000 mq al coperto utilizzati e 10.000 all'aperto (esibizioni e gare).

Ecco il bilancio tracciato dagli organizzatori del CAPETAV, la II Mostra Mercato dedicata alla caccia, pesca e tiro sportivo che ha chiuso i battenti domenica scorsa a Bastia Umbra. Un successo che, non ostante la crisi economica, dimostra quanto sia sempre elevato l’interesse del pubblico verso queste attività che rappresentano anche un volano per l’industria turistica regionale.

La Fiera vanta il patrocinio e la partecipazione, della Regione dell’Umbria, delle province di Perugia e Terni. Cacciatori, pescatori e appassionati delle discipline sportive di tiro si sono dati appuntamento a Bastia per scoprire le ultime novità relative ad attrezzature, abbigliamento e prodotti editoriali.
Il programma dell’Expo è stato studiato per andare incontro alle esigenze non solo degli appassionati del settore ma anche delle loro famiglie. I più piccini, ma non solo loro, si sono potuti divertire con i simulatori di tiro messi a disposizione dalle federazioni e associazioni di categoria e dalla visione dei grandi pesci nelle vasche e negli acquari, mogli e mamme hanno seguito con attenzione i focus presentati sui modi di cucinare la cacciagione e i cacciatori sono stati ammaliati dalle ultime novità e dagli interessanti focus tematici. L’area eventi della Regione Umbria è stata una fucina di focus, esibizioni e dibattiti, ed ha reso viva la tre giorni di Bastia.

“Una Mostra che mancava a questa Regione e che si sta consolidando come una delle principali del centro Italia” – ha detto Andrea Castellani, co-organizzatore con la Syn-Ergo dell’Expo – che vanta ben 30mila cacciatori umbri e altrettanti pescatori. Il nostro ringraziamento va a tutte le Istituzioni che hanno sostenuto questa iniziativa, ai grandi produttori di armi sportive che già dal secondo anno sono stati presenti a Capetav credendo nelle potenzialità dell’Umbria e di una organizzazione giovane e dinamica, agli espositori, ai media che hanno seguito la tre giorni e soprattutto ai 20.000 visitatori”.

“Siamo molto soddisfatti – ha aggiunto Leonardo Perini della Syn-Ergo- sia per la risposta del pubblico, sia per la soddisfazione registrata fra gli espositori, molti dei quali hanno già opzionato la presenza per il prossimo anno, Il settore della pesca dovrà essere potenziato e ci stiamo già lavorando per proporre nel 2012 uno spazio dedicato agli amanti della pesca, vasche interne per la prova delle attrezzature, focus ed esibizioni dei loro campioni preferiti”.

Il successo di Capetav 2011 è evidenziato da internet uno degli strumenti che abbiamo utilizzato per la promozione dell’evento, il sito www.capetav.com nell’ultima settimana ha registrato oltre 15mila accessi, le pagine dei social network sono letteralmente impazzite di commenti, caricamento di foto e video e la rassegna stampa web parla da sola, basta digitare sul google "capetav" per rendersi conto di quante pagine parlano nella rete dell’evento umbro.


da Capetav
Mostra mercato dedicata a
caccia, pesca e tiro a volo






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2011 alle 04:04 sul giornale del 30 maggio 2011 - 621 letture

In questo articolo si parla di caccia, pesca, sport, tiro a volo, bastia umbra, umbriafiere, capetav

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/lqC





logoEV
logoEV