Romoli a Borgognoni: ''Le vostre sono gravi responsabilità''

Edo Romoli 2' di lettura 31/05/2011 -

Continua la bagarre post-elettorale all’interno del Partito Democratico di Assisi: l’ex segretario Edo Romoli replica a Mariano Borgognoni, difendendo il lavoro svolto dal gruppo consiliare e puntando il dito contro la politica condotta in vista delle elezioni comunali.



«Tornato da Varese, dove tra l’altro ho potuto assistere ad un comizio di Umberto Bossi, ho letto le riflessioni di Mariano Borgognoni che parlano in modo bizzarro del futuro senza analizzare coraggiosamente il risultato del Pd per individuarne le cause ed i responsabili.

Mariano Borgognoni, cui mi lega una antica amicizia consolidata sui banchi della giunta regionale, ha l’obbligo politico e morale di una analisi spietata, considerato che è stato il regista della strategia elettorale e della scelta dei candidati in lista: non è corretto né credibile inventarsi scuse come la blanda opposizione del gruppo consiliare o l’atteggiamento di astensione tenuto dallo stesso sul nuovo piano regolatore, che rappresenta una idea progettuale molto avanzata sia per gli aspetti di tutela paesaggistica che per l’impalcato normativo.

È vero, c’è stato un momento di confusione tra maggioranza e minoranza: quando il consigliere Travicelli è stata eletta presidente della III commissione consiliare con i voti determinanti del centrodestra!
Dopo questi episodi, caro segretario provinciale Andrea Rossi, l’affidabilità politica per chi rappresenta il Pd è irrinunciabile.
Se fosse accaduto al Comune di Perugia, quali sarebbero state le conseguenze?

Circa 200 (duecento) interpellanze proposte, di cui 92 (novantadue) dalla Travicelli e 72 (settantadue) da Romoli, dissenso totale sul Puc di S. Maria degli Angeli, battaglie consiliari sul Pip di Rivotorto, sul campo sportivo di Petrignano, sugli asili nido comunali, sul Cst di S.Maria degli Angeli, sull’ospedale di Assisi, sul centro storico, sul traffico, etc: un lavoro continuo, faticoso, serio e gratificante nell’interesse dei cittadini.
Mariano, si può essere disinformati ma ingenerosi no.

Tornando al nocciolo della questione politica, non posso che ribadire le vostre gravi responsabilità nella scelta per le primarie e nella formazione della lista, dalla quale avete escluso in modo settario, subendo il ricatto della Travicelli, chi avrebbe potuto contribuire a mandare al ballottaggio Carlo Cianetti e difendere il prestigio del Pd assisiate.
Dovete trovare il coraggio della obiettività e della verità che non è grottesca ma impietosa, non inventatevi congressi straordinari salvifici per mettere a tacere le malefatte politiche compiute e ripetute anche in campagne elettorale: una sana autocritica è irrinunciabile prima di ogni altra iniziativa.»






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-05-2011 alle 17:35 sul giornale del 01 giugno 2011 - 843 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, edo romoli, claudia travicelli, mariano borgognoni, elezioni comunali assisi 2011, pd assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lu5