Bastia: l'economia della città in un cd realizzato dagli studenti

Compact disc 2' di lettura 04/06/2011 -

Una fotografia della realtà produttiva del territorio comunale di Bastia Umbra raccolta in un cd prodotto da otto classi III della scuola media “Colomba Antonietti”.



Il lavoro è di grande interesse sociale oltre che economico, come ha sottolineato il preside della scuola dottor Lucio Raspa, nel corso della cerimonia conclusiva del progetto “Etica ed Orientamento”, durante il quale sono stati presentati i risultati. In particolare il cd, prodotto dagli studenti, con l’inchiesta sulla realtà produttiva che è parte integrante del progetto, proposto dal comitato genitori d’istituto e fatto proprio dalla scuola, con il coinvolgimento della scuola etica di Assisi.

Il progetto è stato coordinato dalla professoressa Lia Pavia e con la collaborazione, oltre che della scuola etica, anche dell’amministrazione comunale che ha contributo a selezionare e raccogliere i dati sulla realtà produttiva locale.

Le imprese con sede a Bastia sono 2.145 (642 del commercio, 284 attività manifatturiera, 381 costruzioni, 165 agricoltura e 565 di servizi). Il quadro del I trimestre, completo e aggiornato al 31 marzo 2011, dei dati economici è consultabile sul sito web del Comune: www.comune.bastiaumbra.pg.it, nell’area Commercio. I dati sono elaborati dalla dottoressa Lorella Capezzali, che ha dato un contributo al progetto della scuola.

“Un progetto importante – ha dichiarato il preside Raspa – per il nostro istituto che ospita studenti di diversa provenienza; oltre ai locali, molti provengono da famiglie di immigrati italiani e stranieri per i quali la conoscenza del territorio e dell’economia locale è fondamentale per favorire un’effettiva integrazione. La situazione economica e produttiva è stata presa in esame con particolare attenzione al valore etico del lavoro. Per questo motivo è stata coinvolta la scuola etica che – ha concluso Raspa – ha partecipato alle varie fasi della ricerca”.

Alle cerimonia conclusiva, oltre al preside, sono intervenuti la coordinatrice del progetto professoressa Lia Pavia, una rappresentanza del comitato genitori, il direttore della scuola etica Roberto Baldassarri, e l’assessore comunale alle attività produttive Francesco Fratellini.

“Il progetto, che ha coinvolto decine di studenti prossimi alla scelta di indirizzo per gli studi superiori – ha sottolineato l’assessore Fratellini –, è un’iniziativa importante che avvicina la scuola alla realtà produttiva e alle aziende locali. Siamo grati al comitato genitori dell’istituto e auspichiamo che questa collaborazione possa continuare in futuro, nell’interesse della scuola e della città di Bastia Umbra”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2011 alle 07:27 sul giornale del 04 giugno 2011 - 685 letture

In questo articolo si parla di economia, imprese, cd, bastia umbra, comune di bastia umbra, multimedia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lCW