Attivo anche ad Assisi il ''telefono amico'' di Api

Alleanza per l'Italia 3' di lettura 01/07/2011 -

Un servizio telefonico di ascolto e aiuto a servizio di tutti coloro vogliano segnalare disagi o cercare una soluzione ai problemi grandi e piccoli. L’iniziativa di Alleanza per l’Italia, che coinvoge la provincia di Perugia, è ora disponibile anche ad Assisi.



«In una fase così critica per la difficile congiuntura socio-economica nella quale l’Italia e la nostra regione si trovano - si legge in una nota del coordinamento regionale di Api -, sono purtroppo sempre le persone più deboli e indifese ad essere ulteriormente marginalizzate per effetto delle inadempienze e lungaggini burocratiche ed ancor più della prassi ormai consolidata, messa in atto da molte amministrazioni locali, di ridurre i costi pubblici attraverso pesanti tagli ai servizi socio-sanitari.
Ma Api, che ha da sempre posto l’attenzione ai problemi sociali, credendo fortemente che la politica debba essere prima di tutto al servizio dei cittadini, prova a mettere in pratica ciò in cui crede operando ogni giorno, nel concreto, a difesa dei diritti e dei bisogni dei più deboli.
Ne sono prova concreta gli interventi realizzati da Api in questi ultimi giorni a sostegno di due gravi casi umani che necessitavano di urgente soluzione.

D.C., 74 anni di Ponte Pattoli, separato da circa un anno, percepisce una pensione sociale di 500 euro al mese e, versandone 300 come assegno di mantenimento per la ex-moglie e il figlio, da sette mesi si era ridotto a dormire in auto. Grazie al nostro intervento, D.C. ha ottenuto dal Comune di Perugia una dignitosa sistemazione (costituita da una stanza e un cucinino) presso una casa famiglia e un assegno integrativo semestrale di 300 euro.

E.F. di Colombella, ragazza madre di 37 anni, lavora presso una cooperativa e percepisce uno stipendio pari a 600 euro al mese, insufficienti per vivere e pagare l’affitto. L’abbiamo aiutata ad ottenere dal Comune di Perugia un sussidio integrativo di 200 euro ogni quattro mesi, quale contributo per l’acquisto di materiale scolastico per il proprio figlio di 14 anni.

Questi esempi dimostrano concretamente come l’obiettivo principale di Api sia teso a realizzare una seria politica di ascolto e supporto ai cittadini in difficoltà, che lasci alle spalle gli slogan e le false promesse e si concretizzi attraverso un impegno serio e costante sul territorio.

Vi invitiamo pertanto a sollecitare il nostro aiuto ogni qualvolta riteniate di essere vittima di soprusi o lungaggini burocratiche rispetto a situazioni palesemente in contrasto con i principi di equità e tutela della persona e dei suoi bisogni, che dovrebbero invece caratterizzare ai vari livelli istituzionali ed amministrativi le politiche sociali nel nostro Paese, ma che spesso vengono invece disattesi per ignoranza, incapacità o, peggio, menefreghismo da parte delle amministrazioni locali.
Chiama Api al numero 340.0893170, parlaci dei tuoi problemi ed in collaborazione con le forze sociali presenti sul territorio ti supporteremo nel contatto con le istituzioni, provando a trovare insieme una possibile soluzione ad essi.
Questo servizio di ascolto ed aiuto, avviato ufficialmente negli scorsi giorni per il comune di Perugia e provincia, è ora disponibile anche ad Assisi


da Alleanza per l'Italia
Coordinamento regionale Umbria




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-07-2011 alle 18:49 sul giornale del 02 luglio 2011 - 1625 letture

In questo articolo si parla di attualità, sociale, solidarietà, telefono amico, assisi, alleanza per l'italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mQr