Cianetti: ''Giunta delle promesse incapace di fatti concreti''

Acqua 1' di lettura 20/07/2011 -

È duro il commento del capogruppo di Buongiorno Assisi e rappresentante dei partiti di centrosinistra, Carlo Cianetti, alla bocciatura della mozione sull’acqua; bocciatura che, per il consigliere, equivale ad aver “sbeffeggiato e schiaffeggiato” i cittadini.



«Claudio Ricci e la maggioranza guidata dal Pdl, bocciando la mozione sull’acqua presentata dal sottoscritto, hanno sbeffeggiato a schiaffeggiato quel grande movimento di cittadini, di ogni cultura politica, che aveva chiesto a gran voce che l’acqua rimanesse bene pubblico, comune e non alienabile.

La mozione chiedeva di inserire questi principi nello statuto comunale: principi ideali, ampiamente condivisi dai cittadini di Assisi, che nel referendum si sono pronunciati in maniera inequivocabile.
Nella stessa mozione si chiedeva la riapertura di alcune fontanelle (munite di adeguati rubinetti) nel territorio comunale, utili a dissetare residenti e turisti, soprattutto nei giorni di calura estiva.
Sarebbe stato un gesto di ospitalità dovuto, in una città come la nostra, ad alta densità di pellegrini e viandanti. Oggi chi ha bisogno di dissetarsi è costretto a comperare acqua in bottiglia, spesso a prezzi troppo alti.

È la solita politica di questa giunta e del sindaco Ricci, pronti alle promesse e incapaci di fatti concreti, tangibili.»


da Carlo Cianetti
Capogruppo consiliare del centrosinistra





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-07-2011 alle 09:49 sul giornale del 20 luglio 2011 - 671 letture

In questo articolo si parla di referendum, consiglio comunale, politica, acqua, mozione, assisi, carlo cianetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ny0