Il Prc replica a Freddii: ''Questa è la democrazia''

Partito della Rifondazione Comunista 2' di lettura 27/07/2011 -

Il circolo assisano di Rifondazione Comunista replica alle parole del capogruppo consiliare del Pdl, Rino Freddii, ricordando il lavoro svolto dall’opposizione in campagna elettorale e nei primi mesi di Ricci bis e sottolineando che la dialettica maggioranza/opposizione deve articolarsi nella legittimità della normale democrazia.



«Rino Freddii, stimato capogruppo del Pdl in Comune, nel suo intervento a tutto campo sulla presunta “vuotezza” delle proposte dell’opposizione dimentica, secondo noi, qualche passaggio fondamentale.

In primis accogliamo con stupore il suo spirito neo-keynesiano che lo spinge a ritenere le opere pubbliche come il volano per una economia in crisi: ma il Pdl non era il partito della rivoluzone liberale?
A parte questo, Freddii dice che l’opposizione è divisa e non ha proposte; ovviamente non avrà perso nemmeno un minuto a leggere le tantissime proposte esposte, anche grazie al contributo di Rifondazione Comunista, nel programma del candidato sindaco Carlo Cianetti dalla creazione di un marchio per Assisi, ai mercatini a chilometri zero o alla raccolta differenziata, al reddito sociale solo per citare alcuni esempi.

Se ha ragione sul fatto che i cittadini hanno riconfermato la fiducia a Ricci e soci e che quindi essi sono legittimati a portare a termine il loro mandato, la stessa maggioranza non può continuamente a mezzo stampa impedire che l’opposizione faccia il suo lavoro senza essere tacciati di disfattismo o di strumentalizzazione: verrebbe da dire “è la democrazia, bellezza!”, cosa che forse dalle parti pidielline non è vista di buonissimo occhio, evidentemente.

Parlare poi delle divisioni della minoranza è il classico esempio di “pagliuzza nell’occhio altrui”: che ne dice dell’astensione di Lunghi sulla mozione per l’acqua pubblica? O le polemiche della Lega e degli esclusi dagli assessorati? E delle stesse motivazioni che hanno portato al divorzio con l’ex leader maximo, al secolo il podestà Bartolini?
Ricordiamo a Freddii che è stato proprio lui a rispondere all’opposizione esponendo le ragioni dei no alle recenti mozioni sull’acqua pubblica, adducendo motivazione a nostro avviso strumentali e tutt’altro che collaborative (proprio quello che rimprovera agli altri!).

Inoltre Freddii parla di minori trasferimenti statali: abbiamo un vuoto di memoria... chi sta governando l’Italia (in modo tra l’altro “impeccabile”?) in questi anni?
Ognuno faccia il suo ruolo, quindi: la maggioranza governi e applichi il suo programma (se ne è capace) e le opposizioni vigilino ed espongano le loro idee e critiche senza peli sulla lingua, sempre nell’interesse della comunità e per il bene di Assisi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-07-2011 alle 10:39 sul giornale del 27 luglio 2011 - 850 letture

In questo articolo si parla di opposizione, politica, assisi, maggioranza, rino freddii, prc assisi, partito rifondazione comunista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nPb