Lunghi: ''Sulla differenziata occorre un rinnovato impegno''

29.1.2011, Conferenza stampa del vicesindaco Lunghi 2' di lettura 01/09/2011 -

«In questi giorni - afferma in una nota il vicesindaco Antonio Lunghi - sono apparsi sui giornali diverse critiche e richieste di chiarimenti sulla raccolta differenziata nel nostro Comune. I dati diffusi dall’Arpa non sono sicuramente positivi se per il 2010 abbiamo un dato ufficioso del 22%, che è ben al di sotto di quanto previsto dalla legislazione nazionale e regionale (50%).



Sicuramente su questo fronte l’amministrazione comunale dovrà lavorare intensamente per invertire un dato che ritengo preoccupante. Certamente l’attuale amministrazione non ha delle responsabilità nei confronti di questo risultato, anzi già da quando ho assunto la delega dell’ambiente mi sono impegnato in prima persona per cercare di modificare tale situazione. Ricordo a tutti l’atto d’indirizzo preso in uno degli ultimi consigli comunali della scorsa amministrazione per risolvere il contenzioso esistente con L’Ati n. 2 e rientrare nel consorzio Gest che attualmente gestisce il servizio.

Non voglio entrare in polemiche, che ritengo sterili in questo momento, ma ritengo che negli ultimi anni della precedente amministrazione si sia abbassata la guardia nei confronti del tema di un corretto smaltimento dei rifiuti. Lo sforzo di uomini e di risorse economiche fatto nel 2005 quando si è passati al sistema di raccolta di prossimità e che ha portato a dei risultati positivi negli anni 2005, 2006, 2007 è stato vanificato negli anni successivi in cui la raccolta dell’organico è crollata specialmente per un problema di qualità. È vero che la Regione ha penalizzato il Comune di Assisi in diverse valutazioni ma certamente questo non può far misconoscere i deludenti risultati.

Oggi dobbiamo ripartire con uno slancio ritrovato credendo nel miglioramento del servizio che parte da un dato inequivocabile: siamo tutti quanti, come cittadini, responsabili del raggiungimento degli obbiettivi che ci prefiggiamo. Non esiste altro ambito della vita della comunità locale dove ci si rende conto che il successo di una iniziativa dipende in maniera determinante dal comportamento dei singoli cittadini.

Paolo Brufani denuncia situazioni che sono note agli uffici competenti anche se qualche volta non sa distinguere tra amianto e legno, ma quello che denuncia Paolo Brufani è l’inciviltà di molta gente del nostro territorio. C’è un’isola ecologica a cui i privati cittadini possono accedere senza alcuna spesa e c’è un servizio a domicilio per gli ingombranti.
Se poi a smaltire materiale di rifiuto sono degli operatori economici, questi sono a conoscenza che non possono farlo e se colti in fragrante saranno colpiti con la massima severità.

Il DifferenziaTUr, presente a Santa Maria degli Angeli dal 26 al 28 agosto, è un’occasione per discutere di questi problemi e cercando di confrontarsi senza polemiche, cercando di portare il nostro personale contributo per la soluzione di una “buona causa”.»


da Antonio Lunghi
Vicesindaco del Comune di Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-09-2011 alle 01:13 sul giornale del 02 settembre 2011 - 732 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifiuti, raccolta differenziata, assisi, antonio lunghi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/oTc