Dopo Marini anche Ansideri chiede l'apertura pomeridiana del Cup

Stefano Ansideri 2' di lettura 12/09/2011 -

Il sindaco di Bastia Umbra Stefano Ansideri si unisce alla richiesta avanzata dal capogruppo consiliare di Uniti per Assisi Luigi Marini, relativa all’apertura pomeridiana degli sportelli Cup per limitare i disagi dei cittadini, costretti a recarsi al Cup dell’ospedale di Assisi negli orari di chiusura dei poliambulatori.



«Migliorare l’organizzazione dei servizi sanitari è auspicabile - si legge in una nota del Comune di Bastia Umbra -, ma non sempre possibile. A fine agosto il consigliere comunale di Assisi Luigi Marini ha chiesto all’Asl n. 2, con una presa di posizione pubblica, l’apertura degli sportelli Cup del poliambulatorio di Santa Maria degli Angeli e a quello di Bastia Umbra anche in orari pomeridiani dei giorni feriali.
La proposta ha l’obiettivo di evitare disagi ai cittadini, soprattutto anziani, che attualmente per i pagamenti da effettuarsi di pomeriggio sono costretti a recarsi al Cup dell’ospedale di Assisi, l’unico aperto in questa fascia oraria.

L’iniziativa è condivisa dal sindaco di Bastia Umbra Stefano Ansideri che ha avuto un colloquio telefonico con la dottoressa Carla Cicioni, direttore del distretto sanitario Assisi-Bastia. Il sindaco ha illustrato i motivi che sono alla base di un ampliamento di orario del Cup del Poliambulatorio di Bastia Umbra, in attesa che i servizi di tale struttura vengano trasferiti nel ‘Palazzo della Salute’ in corso di realizzazione all’interno del piano di recupero dell’ex Giontella e probabilmente funzionante dal 2012.
La dottoressa Cicioni ha dichiarato di condividere le intenzioni del sindaco Ansideri, ma al momento la Asl non è nelle condizioni di aderire alla richiesta di ampliare gli orari di apertura degli sportelli del Cup dei poliambulatori per carenza di personale.

Il sindaco, al termine del colloquio, ha formulato una diversa proposta che prevede la possibilità di consentire negli orari pomeridiani la riscossione dei pagamenti dei ticket nelle farmacie già autorizzate dall’Asl e collegate telematicamente per la prenotazione di visite specialistiche e di esami diagnostici. Un’ipotesi sulla quale la dottoressa Cicioni si è riservata i necessari approfondimenti prima di formulare una risposta in merito.»






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2011 alle 23:29 sul giornale del 13 settembre 2011 - 989 letture

In questo articolo si parla di sanità, cronaca, CUP, stefano ansideri, bastia umbra, azienda sanitaria locale, comune di bastia umbra, asl n.2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/phc