Bastia: sgomberati venticinque nomadi. Erano già stati diffidati a Costano

Nomadi 1' di lettura 24/09/2011 -

La sosta dei nomadi nelle aree di parcheggio del territorio comunale di Bastia Umbra non è consentita. Lo stabilisce il regolamento comunale di Polizia Urbana, modificato in tal senso nel 2009. Una norma regolamentare che viene costantemente applicata, sia per motivi di sicurezza, sia per ragioni di tutela igienica e ambientale.



Nella mattinata di giovedì i vigili urbani sono intervenuti nei confronti di un gruppo di nomadi italiani, venticinque persone tra adulti e bambini, alloggiati in sei roulotte che sostavano illegalmente in un parcheggio pubblico dell’area industriale del capoluogo.
Si tratta di un gruppo di nomadi che era stato già verbalmente diffidato allo sgombero da una pattuglia di vigili urbani che nel tardo pomeriggio di martedì 20 settembre l’aveva individuato in sosta a Costano, nell’area antistante lo stadio di calcio.
Il mattino successivo la polizia municipale si è accertata della partenza dei nomadi che erano in movimento in direzione di Foligno; nella tarda serata di mercoledì 21 settembre, però, è stata notata la presenza di nomadi in un parcheggio della zona industriale.
Il giorno seguente i vigili della polizia municipale, accompagnati da una pattuglia della locale stazione dei carabinieri che ha provveduto all’identificazione di ogni singolo componente della carovana di nomadi, ha notificato ai presenti, risultati essere gli stessi che erano stati diffidati a Costano, l’ordinanza di sgombero che è stata immediatamente eseguita.
Il gruppo di nomadi ha lasciato il territorio comunale di Bastia Umbra nella stessa mattinata.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2011 alle 10:29 sul giornale del 24 settembre 2011 - 558 letture

In questo articolo si parla di cronaca, nomadi, ordinanza, bastia umbra, comune di bastia umbra, sgombero

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pGi