In nome della pace Travicelli ricorda ''Mamma coraggio''

Teresa Buonocore 1' di lettura 24/09/2011 -

«Nel cinquantennale della prima “Marcia per la pace Perugia-Assisi”, nel nome e nella memoria del filosofo non violento Aldo Capitini, propongo il ricordo della mamma coraggio Teresa Buonocore, uccisa a colpi di pistola, proprio un anno fa, per una brutale vendetta, a Napoli, al “Ponte dei Francesi”, mentre si recava in auto al lavoro.



La donna aveva denunciato un vicino di casa per molestie sessuali a danno della figlia di appena 8 anni. Due moto l’hanno affiancata e chi vi era sopra le ha sparato quattro colpi calibro 9. Teresa lavorava come segretaria in uno studio legale, dove stava recandosi quel giorno in cui è stata barbaramente uccisa. Gli esecutori materiali dell’efferato delitto furono, secondo i pm Alberto Amendola e Giovanni Avolio, che avrebbero agito su mandato di Enrico Perillo con la promessa di un compenso di 15 mila euro.
Per i due sicari, che hanno chiesto il rito abbreviato, la sentenza dovrebbe arrivare il prossimo 14 ottobre e, sempre nel prossimo mese di ottobre, inizierà il processo contro Enrico Perillo, che dovrà chiarire la sua posizione. Al di là degli esiti processuali, è già certo che Teresa Buonocore è stata una mamma coraggiosa, decisa a difendere i propri figli ad ogni costo, sprezzante delle gravissime minacce ricevute.»


da Claudia Travicelli
Consigliere comunale indipendente




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2011 alle 10:15 sul giornale del 24 settembre 2011 - 573 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, marcia della pace, claudia travicelli, teresa buonocore, mamma coraggio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pGf





Array ( [0] => 00000 [1] => [2] => )