Un'ordinanza di Ricci mette un freno a mostre e artisti di strada

Claudio Ricci 1' di lettura 27/09/2011 -

«Con una specifica ordinanza sindacale, il sindaco di Assisi Claudio Ricci ha regolamentato in maniera molto rigida le attività culturali che, in futuro, si potranno svolgere in Assisi e, in particolare, vicino ai siti e luoghi religiosi del territorio.



L’ordinanza (in assonanza con il vicesindaco Antonio Lunghi con delega alle basiliche e siti religiosi) autorizza solo le mostre d’arte, sia all’interno che all’esterno, le cui opere abbiano un alto valore artistico e siano coerenti con i luoghi, la cultura e la spiritualità dei siti, in particolare religiosi, e, comunque, il patrocinio e le autorizzazioni saranno concesse solo a seguito della presentazione preventiva del catalogo delle opere esposte.

Il sindaco ha altresì vietato, in prossimità di siti, luoghi religiosi e culturali, sfilate di moda e/o concorsi di bellezza che non siano coerenti con il rispetto dei luoghi e con gli orari degli eventi e manifestazioni religiose.

Il sindaco vieta inoltre le autorizzazioni agli artisti da strada che non siano rispettosi dei valori religiosi e culturali di Assisi e anche l’utilizzo di piazze e spazi in prossimità di luoghi religiosi per eventi che non siano rispettosi dei valori culturali e spirituali.»


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-09-2011 alle 02:23 sul giornale del 28 settembre 2011 - 1712 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arte, mostre, artisti, ordinanza, assisi, claudio ricci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pLc