Quote rosa, Cianetti: ''Ricci canta vittoria, ma noi siamo ottimisti''

Carlo Cianetti 1' di lettura 28/09/2011 -

Anche il capogruppo consiliare del centrosinistra Carlo Cianetti commenta l’esito dell’udienza di fronte al Tar relativa al ricorso sulle quote rosa e oltre ad esprimere ottimismo, Cianetti sottolinea come la data scelta per il rinvio, il 7 marzo, coincida con l’anniversario della cacciata dell’ex assessore Maria Belardoni.



«Il 7 marzo 2012 sapremo se il Tar avrà accolto il ricorso che abbiamo presentato, insieme ai consiglieri di opposizione, a molte associazioni e cittadini, per chiedere che facciano parte della Giunta comunale anche le donne.
Il 7 marzo è una data importante, perché oltre ad essere la vigilia della Festa della Donna è anche il primo anniversario della cacciata dalla giunta di Maria Belardoni (ad opera di Ricci), l'unica donna presente nella precedente amministrazione comunale.

Il Sindaco di Assisi ha cantato vittoria per il solo fatto che il TAR, oggi, ha deciso di non accogliere la sospensiva e di voler valutare approfonditamente, nel merito, il ricorso. In pratica è un rinvio al 7 marzo.
Per quanto ci riguarda siamo oltremodo ottimisti, perché ormai anche il Consiglio di Stato si è pronunciato perché in tutte le amministrazioni siano presenti entrambi i sessi.
D'altronde fino ad oggi Ricci e la sua Giunta non hanno spiegato per quale strano motivo non siano riusciti ad individuare almeno una donna, fra le 14 mila del nostro Comune, degna - al pari dei vari Cannelli, Mignani, Massucci, Fortini e Lunghi - di far parte del governo di Assisi.»


da Carlo Cianetti
Capogruppo consiliare del centrosinistra





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2011 alle 17:21 sul giornale del 29 settembre 2011 - 623 letture

In questo articolo si parla di attualità, donne, tar, giunta comunale, quote rosa, assisi, diritti, ricorso, carlo cianetti, maria belardoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pPY