SEI IN > VIVERE ASSISI >

Nel comprensorio boom di firme contro il 'Porcellum'

2' di lettura
882

Referendum contro il porcellum

Si è conclusa domenica scorsa con i tavoli organizzati lungo il percorso della Marcia della Pace Perugia-Assisi e con la necessaria certificazione prevista dalla legge la raccolta delle firme per il referendum che intende abrogare l’attuale legge elettorale in vigore, da tutti ormai conosciuta come “Porcellum”.

Un boom di adesioni anche nei quattro comuni del comprensorio Valle Umbra Nord (Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara): 1600 firme raccolte in meno di un mese per la consultazione promossa a livello nazionale da Sinistra ecologia libertà e Italia dei valori e che a livello locale ha avuto fin dall’inizio anche l’adesione del movimento Sinistra Critica, della lista Buongiorno Assisi, dell’associazione A ruota libera e del consigliere comunale di Assisi Carlo Cianetti.
Negli ultimi giorni di mobilitazione anche il Partito democratico di Assisi e alcuni suoi consiglieri locali (Simone Pettirossi e Mirco Casagrande Moretti) hanno ufficialmente sostenuto l’iniziativa referendaria.

Grande soddisfazione del comitato organizzatore locale che è riuscito quasi a decuplicare l’obiettivo iniziale di 200 firme concordato a livello regionale e che ha visto una partecipazione inaspettata e spontanea di cittadini ai banchetti perla raccolta firme, superiore anche a quella delle altre recenti iniziative referendarie sull’acqua bene comune, sul nucleare e su il legittimo impedimento.

Un dato politico su tutti: l’adesione trasversale ai quesiti da parte della popolazione a prescindere dalle specifiche appartenenze partitiche o di schieramento.
Io firmo, voto, scelgo: questo il segnale forte che anche ad Assisi, Bastia Umbra, Bettona e Cannara i cittadini hanno voluto lanciare su questo tema della legge elettorale e contro questo parlamento di nominati.

C’è attesa adesso per il prossimi, imminenti pronunciamenti della Corte di cassazione e della Corte costituzionale che dovranno controllare e decidere sull’ammissibilità dei due referendum e che apriranno di fatto la campagna elettorale per la consultazione che si terrà nella primavera del 2012.


Maurizio Tomassini e Alessandro Comi (Sel Assisi)
Lanfranco Pecetta (Idv Assisi)
Paolo Marcucci (Buongiorno Assisi)
Carlo Cianetti (capogruppo consiliare centrosinistra Assisi)
Stefano Paffarini (Sel Bastia Umbra)
Luigino Ciotti (Sinistra Critica Assisi e Bastia Umbra)



Referendum contro il porcellum

Questo è un articolo pubblicato il 30-09-2011 alle 22:38 sul giornale del 01 ottobre 2011 - 882 letture