SEI IN > VIVERE ASSISI > SPETTACOLI
comunicato stampa

Bastia: Pippo Franco all'Esperia per i bambini della Tanzania

3' di lettura
645

Tanzania

‘Teatro dell’anima’, un percorso per entrare dentro noi stessi: quattro situazioni ideali, quattro ‘luoghi interiori’ da visitare: volare, risvegliarsi, guardarsi dentro, rinascere. Questi i contenuti del progetto ideato dall’artista Pippo Franco, accolto e coordinato da Anci Umbria e Comune di Bastia Umbra, con la finalità di raccogliere fondi per una scuola in Tanzania, nel villaggio di Singida, realizzata dalla Onlus ‘Centro del cammino della speranza tra i popoli’.

Ieri mattina presso la sede ANCI Umbria a Perugia lo stesso Pippo Franco, il presidente Anci Umbria Wladimiro Boccali, il sindaco di Bastia Umbra, Stefano Ansideri hanno presentato il primo dei quattro spettacoli teatrali del progetto dal titolo “Leggere l’arte per leggere la vita” che dal 19 ottobre prossimo debutterà in Umbria, al Teatro Cinema Esperia di Bastia, per poi proseguire nei teatri di Spello, Bevagna, Panicale, Deruta, Marsciano, Montecastello di Vibio. Altri Comuni sono interessati ad ospitare lo spettacolo, ma non hanno ancora fissato una data: Assisi, Castiglione del Lago, Città della Pieve e San Giustino.

“L’importanza di azioni di cooperazione, come questa, garantiscono un risultato concreto per le comunità che ricevono e allo stesso tempo accrescono l’identità delle comunità che si impegnano a donare”, così il Presidente ANCI Umbria Wladimiro Boccali ha aperto la Conferenza stampa di oggi, sottolineando “l’importanza della caratteristica itinerante del progetto costruita su una rete di Comuni aderenti”.

La rappresentazione prende in esame e paragona cinquanta opere pittoriche di epoche diverse per rendere evidente la funzione dell’arte: mostrare l’invisibile, per arrivare alla conclusione che noi siamo esseri spirituali in cerca di una esperienza umana.

“Gli spettacoli hanno una profonda connotazione comunicativa che ha l’intento di fornire allo spettatore gli elementi per analizzarsi e per sentirsi responsabile del destino di ogni bambino che entrerà nella scuola di Singida”, così Pippo Franco ha presentato la sua produzione alla stampa, evidenziando che “la chiave ironica ha una forte capacità di sintesi, anche quando si affrontano tematiche piuttosto complesse”.

“Il ‘Centro del Cammino della Speranza’, ha iniziato ad operare a Singida in Tanzania, dal 2007 - ha ricordato Claudia Sfascia, componente del Consiglio di Amministrazione della ONLUS - costruendo una piccola Missione ad opera delle Suore dei Sacri Cuori di Gesù e di Maria, all’interno della quale è stata fondata la ‘Casa di Accoglienza’ e un poliambulatorio, i bambini sono tantissimi ed ora è importante realizzare per loro, una scuola al suo interno, dove possono studiare e imparare un mestiere”.

Il sindaco di Bastia Umbra, Stefano Ansideri, nel ringraziare i presenti e tutte le amministrazioni coinvolte che hanno sostenuto la proposta, ha confermato la volontà di proseguire in questa direzione, confidando nella sensibilità delle comunità locali disponibili ad ospitare l’iniziativa, nonostante il difficile periodo di crisi economica e sociale che il nostro Paese sta attraversando.



Tanzania

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-10-2011 alle 04:37 sul giornale del 15 ottobre 2011 - 645 letture