SEI IN > VIVERE ASSISI > CULTURA
comunicato stampa

Frantoi aperti: all'ex Pinacoteca si inaugura la mostra sull'olivo

1' di lettura
788

Olivo

Nell’ambito della manifestazione “Frantoi aperti”, alla quale il Comune di Assisi aderisce per il primo anno, si inaugura stamani la mostra fotografica “La pianta dell’olivo”, organizzata dal consigliere comunale Luigi Marini e allestita nella sala ex Pinacoteca nella centralissima piazza del Comune. La mostra sarà visitabile fino al 12 novembre.

Per l’organizzazione della mostra Marini si è avvalso della collaborazione della Struttura Comunale, del Parco del Monte Subasio, dell’agenzia APROL di Perugia, della Coldiretti di Assisi, del vivaio regionale il Castellaccio, della Compagnia Balestrieri di Assisi della Pro Loco di Assisi, a cui vanno i ringraziamenti del consigliere.

“Insieme all’Assessore Tonino Lunghi - afferma Marini - abbiamo voluto fortemente che Assisi entrasse a far parte della manifestazione regionale Frantoi Aperti, troppo spesso ci si dimentica della gente che con il suo costante sacrificio ci permette di godere di questo spettacolo naturale che attraverso la coltivazione dell’ulivo rende unico questo paesaggio della vallata Assisi/Spoletina.
Attraverso questa mostra si vuol dare voce e spazio al mondo che ruota intorno al nostro olio extra vergine d’oliva, offrendo la possibilità ai produttori che hanno aderito alla manifestazione di diventare direttamente protagonisti, accogliendo i visitatori della mostra e illustrando direttamente il loro lavoro e le loro tecniche di coltivazione mentre fanno assaggiare il loro Olio”.

Marini sta sperimentando questo nuovo metodo di far politica coinvolgendo, per le attività di cui si occupa, sempre i diretti interessati in quanto è convinto di un duplice vantaggio: risparmio di risorse per l’Ente pubblico e maggiori possibilità per i produttori e operatori economici.


Allegata locandina dell’evento





Olivo

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2011 alle 04:13 sul giornale del 29 ottobre 2011 - 788 letture