Saitta: ''Ricci, un’attenzione ad intermittenza sugli abusi ambientali''

Gabbia per piccioni 2' di lettura 16/12/2011 -

«Credo che tutti ancora ricordino - scrive il coordinatore provinciale di Alleanza per l’Italia, Ivano Serafino Saitta - la sollecitudine con la quale in campagna elettorale prima e nello scorso luglio poi, il Sindaco si è prodigato, con spirito di vero giustiziere, per difendere il territorio e dichiarare guerra aperta ai piccoli abusi.



In quell’occasione il sindaco annunciò l’avvio di un piano di riqualificazione urbana a Santa Maria degli Angeli e in particolare dell’area nelle immediate vicinanze della Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli.

Per coloro che si sono però persi la storia della ‘gabbia per piccioni’, cioè una recinzione metallica installata sopra i bagni pubblici nei pressi della Basilica dal Comune nei primi mesi di quest’anno, credo sia opportuno ricordarne almeno i passi salienti che hanno visto implicati il Sindaco con qualche suo ‘compiacente’ Assessore.
Il 5 maggio di quest’anno, dopo averne ricevuto notizia, mi ero recato a Santa Maria degli Angeli e, costatando di persona la costruzione di questa reale “bruttura”, nei pressi di un posto così prezioso come la Basilica, mi ero subito attivato scattando alcune foto, pubblicate anche in internet, e cercando di verificare la regolarità di tale opera.
E come per incanto il 9 Maggio, cioè pochi giorni dopo il mio intervento, il Sindaco procedeva a pubblicare una proposta di ordinanza per la costruzione dell’infrastruttura in oggetto e l’11 Maggio, vista la ‘palese’ urgenza, tale proposta veniva trasformata in ordinanza. ‘Fortunatamente’ però, non era necessario realizzare l’opera in quanto essa era già stata eseguita da qualche ‘preveggente’ Amministratore o Funzionario.

Qualcuno forse si chiederà che fine abbia fatto la vicenda della brutta ‘gabbia per piccioni’. In merito a ciò, voglio rassicurare tutti coloro ai quali sta ancora a cuore l’onestà e la legalità di questo Paese, che l’attività inquirente delle autorità competenti sta proseguendo secondo le procedure previste dalla Legge e che nei prossimi mesi si potrà finalmente mettere una parola definitiva e conclusiva a questa vicenda.

Nello spirito e nell’impegno che ci ha da sempre contraddistinti nelle battaglie a favore dei diritti ed accanto ai cittadini, noi di API vigileremo e lavoreremo affinché si possa con sempre maggiore efficacia contraddire nei fatti quella celebre frase di Giovanni Giolitti che così recita: “La legge viene applicata per i nemici ed interpretata per gli amici”


Foto di testata:
la protezione metallica a copertura dei bagni pubblici di Santa Maria degli Angeli


da Ivano Saitta
Segretario provinciale Api Perugia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-12-2011 alle 10:28 sul giornale del 16 dicembre 2011 - 1509 letture

In questo articolo si parla di politica, assisi, alleanza per l'italia, claudio ricci, ivano saitta, abuso ambientale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/s2J





logoEV
logoEV