In vista del bilancio 2012 la sfida è non aumentare le tasse

Claudio Ricci 1' di lettura 24/12/2011 -

«Come più volte ricordato - afferma in una nota il sindaco di Assisi Claudio Ricci - si sta lavorando molto per riuscire, malgrado i tanti minori trasferimenti dalla Stato, a NON aumentare, ad Assisi, NE Tasse NE Tariffe (anche se si tratterà di una vera impresa vista la situazione).



Ovviamente essendo questo l'obiettivo si cercherà anche di NON Mettere la Tassa di Soggiorno trasformando questo, con una specifica comunicazione (del Tipo: Vieni ad Assisi non si Paga alcuna Tassa), in un elemento di promozione turistica.

In merito alla Tassa di Soggiorno ricordo, come ribadito più volte, attraverso comunicazioni stampa e dichiarazioni in Consiglio Comunale, che il Comune di Assisi sinora non ha mai applicato la Tassa di Soggiorno malgrado ciò, da tempo, è reso possibile da una specifica normativa.
Il Comune di Assisi, per sostenere il Turismo, nel 2010/2011, ha anche ridotto le Tariffe Ingresso/Sosta Autobus Turistici del 30% nei cinque mesi all'anno con minore flusso (per richiamare nei periodi di morbida più ospiti).

PERÒ solo nelle prossime settimane si potranno fare bene i conti per i bilanci comunali 2012 e, visto che la manovra del governo non è ancora in vigore definitivamente, è ormai quasi certo che la scadenza dei bilanci al 31 Marzo 2012 verrà prorogata.
Sarà la maggioranza in Consiglio Comunale che deciderà su proposta dal Sindaco Claudio RICCI e dell'Assessore al Bilancio Moreno MASSUCCI (il nostro metodo è stato sempre quello di riflettere insieme e decidere insieme).»


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-12-2011 alle 12:12 sul giornale del 24 dicembre 2011 - 494 letture

In questo articolo si parla di economia, tasse, bilancio, assisi, claudio ricci, imposte, tassa di soggiorno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/tlI





logoEV
logoEV