Evade dai domiciliari, ventottenne costanese finisce in carcere

Carabinieri di Assisi 09/01/2012 -

Era stato arrestato lo scorso novembre perché i carabinieri avevano rinvenuto nella sua abitazione sei etti di marijuana. Condannato alla reclusione, aveva ottenuto gli arresti domiciliari, che però ha infranto: una bravata costata cara a un ventottenne di Costano, ora rinchiuso nel carcere di Capanne.



Ad accertare il mancato rispetto degli obblighi imposti dal giudice sono stati i carabinieri di Bastia Umbra, i quali, dopo una serie di controlli, hanno verificato che l’uomo si era allontanato da casa in orari diversi da quelli consentiti.

Sorpreso a fumarsi uno spinello È stato segnalato alla prefettura di Perugia come assuntore di sostanze stupefacenti il giovane ventiduenne, residente a Bastia Umbra, sorpreso dai carabinieri a fumare uno spinello nei pressi di un locale pubblico della zona.
Denunciato, invece, un 21enne di origine albanese che, fermato e sottoposto a perquisizione veicolare, è stato trovato in possesso di venti grammi di marijuana.

Controlli serrati La lotta al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti, intensificato durante il periodo di festività natalizie, prosegue senza sosta grazie al costante impegno dei carabinieri. I controlli messi in atto da parte dei militari, volti a fermare i traffici di droga, sono utili anche come deterrente alla guida sotto l’effetto di alcol e stupefacenti.

Foto di testata:
i carabinieri di Assisi






Questo è un articolo pubblicato il 09-01-2012 alle 08:52 sul giornale del 09 gennaio 2012 - 783 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, arresto, marijuana, Raffaele Aristei, bastia umbra, costano, arresti domiciliari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tHA