Mense scolastiche, Maccabei: ''Il Comune non restituisce i soldi ai cittadini''

simonetta maccabei 09/01/2012 -

«Il Comune di Assisi - scrive in una nota il consigliere comunale del terzo polo Simonetta Maccabei - trattiene quanto incassato in più dalle mense scolastiche: questo è quanto lamentano alcuni cittadini di Assisi.



Infatti le rette scolastiche per le mense si pagano trimestralmente in quote costanti e, alla fine dell’anno scolastico (trimestre aprile-giugno), qualora alcuni studenti non abbiano usufruito per assenze o quant’altro di tutti i pasti, viene restituito l’importo relativo a quanto non consumato.
Invece, per l’anno scolastico 2010/2011, a giugno non è stato effettuato il conguaglio del credito, rinviando la restituzione al primo bollettino di dicembre per l’anno scolastico successivo 2011/2012.
Però a dicembre 2011 il credito, con disappunto delle famiglie, è stato rinviato di nuovo al 2012.

Si spera proprio che questi comportamenti che denotano noncuranza nei confronti dei cittadini possano essere smentiti dall’assessore alle scuole perché sicuramente questo modo di fare appare poco ortodosso soprattutto in questo particolare momento in cui molte famiglie hanno difficoltà economiche.»

Foto di testata:
il consigliere comunale Simonetta Maccabei


da Simonetta Maccabei
Gruppo consiliare Lista Bartolini Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-01-2012 alle 16:38 sul giornale del 10 gennaio 2012 - 634 letture

In questo articolo si parla di scuola, economia, tasse, assisi, mensa scolastica, simonetta maccabei, imposte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tI7