La giunta dice sì al liceo scientifico sportivo

Sport 13/01/2012 -

A pochi giorni dall’annuncio dell’istituzione del Liceo dello sport presso il Centro internazionale Montessori di Pian di Massiano, a Perugia, anche Assisi strizza l’occhio al modello anglosassone e, con apposita disposizione della giunta comunale, dà il parere positivo per l’attivazione di un corso di Liceo scientifico ad indirizzo sportivo.



Questo rappresenta solo un piccolo passo di un lungo percorso che, in capo a due o forse tre anni (sciolto innanzitutto il nodo del ridimensionamento che, in questi giorni, sta evidenziando tensioni alla luce dell’annunciata fusione tra l’istituto Bonghi e il Marco Polo), potrebbe portare all’istituzione del nuovo indirizzo scolastico superiore presso il convitto nazionale “Principe di Napoli”, già sede del liceo scientifico.
Quella del Comune, naturalmente, è un parere meramente indicativo, ma può essere interpretato come un messaggio importante in un’ottica più generale di salvaguardia e rilancio del convitto, per il quale recentemente sono stati stanziati due milioni e mezzo di euro per lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione.

“L’idea - spiega l’assessore allo politiche giovanili Francesco Mignani - è quella di incentivare lo studio anche attraverso la promozione delle attività sportive, proponendo un’ulteriore offerta formativa con uno stampo innovativo attraverso quella che è già, dagli anni passati, la vocazione del convitto. Al proprio interno, infatti, la struttura ospita non solo una bella palestra ma anche un campetto da calcio e una piscina. Questi elementi fanno del convitto una struttura che può, se riqualificata, porsi a modello individuando nuove forme di attività didattica che si affiancheranno, rilanciandole, alle attività sportive che già si svolgono all’interno di esso, come ad esempio i corsi di pugilato”.

Il parere positivo della giunta comunale, secondo passo di un iter iniziato dall’atto deliberativo del consiglio d’amministrazione del convitto su proposta dell’ex dirigente dell’istituto Anna Maria Alberta Federico, finirà ora sul tavolo del nuovo reggente pro tempore dell’istituto, il prof. Dante Siena, il quale dovrà vagliare gli atti e quindi decidere se dar loro attuazione.

In un ottica di rilancio del convitto, che insieme all’istituto alberghiero e al liceo classico costituisce il fiore all’occhiello di un’offerta formativa scolastica di indubbia qualità, procedere verso l’istituzione del liceo sportivo costituirebbe senza dubbio una novità importante e un’importante occasione per rilanciare la struttura puntando anche all’internazionalità del convitto. “Quale veicolo migliore - spiega l’assessore Mignani - se non quello dello sport? Già allo stato attuale il convitto offre ospitalità a studenti provenienti da tutta Italia e dall’estero, i quali svolgono attività cooptati da società sportive che li ospitano all’interno della struttura, nella quale si allenano e studiano. Insieme alle lingue, lo sport può rappresentare un valido punto di partenza per fare del polo scolastico assisano un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale”.






Questo è un articolo pubblicato il 13-01-2012 alle 09:46 sul giornale del 13 gennaio 2012 - 2838 letture

In questo articolo si parla di scuola, sport, assisi, formazione, sara caponi, francesco mignani, convitto nazionale principe di napoli, liceo scientifico sportivo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tSo