Bettona: Bazzoffia al Prc, ''Non siamo noi che inneggiamo a dittature sanguinarie''

Valerio Bazzoffia 14/01/2012 -

Tra Valerio Bazzoffia e Rifondazione comunista è scontro fra ideologie. Alla luce della richiesta di dimissioni da parte del Prc di Assisi, giunta in seguito a un’affermazione del politico che su facebook fa riferimento alla marcia su Roma, il vicesindaco di Bettona respinge le accuse per le quali si dichiara “senza parole”.



Raggiunto telefonicamente, Bazzoffia puntualizza sul carattere ironico del botta e risposta fra conoscenti dal quale il Prc ha preso spunto per avanzare l’accusa di apologia di fascismo e, di fronte alla richiesta di dimissioni, il vicesindaco e consigliere provinciale di Futuro e libertà non commenta ma sposta la discussione sul piano ideologico, dichiarando: “Di certo non siamo io o il mio partito a inneggiare alla dittatura - afferma Bazzoffia facendo riferimento all’ideologia del comunismo -, ma chi tuttora continua a richiamare la simbologia e il nome di una dittatura sanguinaria che, ancora oggi, porta morte e sangue nel mondo”.

Foto di testata:
il vicesindaco di Bettona Valerio Bazzoffia






Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2012 alle 12:31 sul giornale del 14 gennaio 2012 - 1020 letture

In questo articolo si parla di politica, fascismo, sara caponi, comunismo, bettona, valerio bazzoffia, prc assisi, marcia su roma

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tVt