Pd: c'è la segreteria. Ma Suvieri resta ''congelato''

Federico Masciolini 4' di lettura 19/01/2012 -

“Restituire credibilità al Partito di Assisi, rendendo visibile una seria alternativa al governo di centrodestra della città, e recuperare un’efficace capacità di elaborazione politica, garantendo la presenza di un gruppo dirigente coeso e competente”.



È questo l’impegno annunciato dal segretario del Pd di Assisi Federico Masciolini durante il primo direttivo del suo mandato che si è svolto mercoledì sera. Presente anche il segretario provinciale del partito Dante Andrea Rossi, intervenuto all’assemblea manifestando la convinzione che sia necessario “mettere fine alle polemiche e lavorare per rilanciare l’attività politica del Pd sul territorio”. Secondo Rossi “gli organismi di garanzia - ha aggiunto Rossi - sulla base dei verbali redatti dal Presidente del congresso e dal Garante inviato dalla segreteria provinciale, hanno preso atto della regolarità del Congresso svolto” ed è quindi opportuno abbandonare la strada delle divisioni per consolidare l’autorevolezza del partito locale.

“Corbellerie”, commenta il piddino Gianfranco Buini, che oggi, venerdì 20 gennaio, è stato convocato dalla commissione in quanto firmatario degli ormai famigerati ricorsi sul congresso che ha eletto il neosegretario. “Per l’ennesima volta ribadisco che la documentazione è ancora al vaglio della commissione - aggiunge Buini -, la quale non si è pronunciata in via definitiva sulla regolarità del congresso. Non si capisce perché il segretario provinciale faccia delle affermazioni gratuite e non veritiere: finché la commissione non si pronuncerà la segreteria di Masciolini rimane sempre in sospeso”.
Alla luce di queste affermazioni, è evidente come, nonostante l’intento unitario di Masciolini che ha aperto la segreteria a tutte le anime, alcune spaccature rimangano ancora aperte.


Segreteria aperta a tutti, ma non tutti varcano la soglia

Sono otto i componenti della segreteria, accuratamente scelti da Masciolini secondo “i più volte richiamati criteri del merito, della competenza e dell’inclusione di tutte le sensibilità presenti nel partito”.

Luigi Bastianini, che si occuperà dei rapporti con gli iscritti e del tesseramento; Laura Biagetti, nominata tesoriere; Laura Falcinelli, che si occuperà della comunicazione; Timoteo Carpita per l’economia e il lavoro; Carlo Brunacci per il turismo e la cultura; Carla Collesi per l’ambiente e la gestione dei rifiuti; Renzo Totori per le politiche sociali, la scuola, la formazione e l’università.
Ecco i sette componenti della segreteria di Masciolini, a cui si aggiunge Marco Suvieri, invitato come ottavo membro ma momentaneamente “congelato” confermando quanto preannunciato da Buini alla vigilia del direttivo. Pare che Suvieri, infatti, attenderà il pronunciamento definitivo della commissione provinciale di garanzia sulla regolarità del congresso; resta da vedere, tuttavia, se il “no” dato a Masciolini sia temporaneo o definitivo.

Tre gli invitati permanenti alle riunioni della segreteria, chiamati a farsi parte attiva della segreteria in base al loro ruolo all’interno del partito: il capogruppo consiliare Simone Pettirossi, il leader dei giovani democratici Fabrizio Laloni e la numero uno delle democratiche Cristina Farnesi.


Cinque gruppi di lavoro elaboreranno il progetto per Assisi

Accanto alla segreteria Federico Masciolini ha individuato cinque distinti gruppi di lavoro, “ai quali - spiega il segretario - dare un contributo tecnico fondamentale all’elaborazione delle proposte politiche del partito”.
Coordineranno i gruppi di lavoro: Luigi Rossetti (Economia e lavoro), Paolo Mirti (Turismo e cultura), Alberto Capitanucci (Urbanistica e opere pubbliche), Paola Petrelli (Ambiente e gestione dei rifiuti) e Maria Emilia Ceppi (Politiche sociali, scuola, formazione e università).

“Sarà importante - conclude Masciolini - tornare a studiare Assisi nel suo profondo, riprendere il contatto con i cittadini e le categorie economiche utilizzando strumenti di comunicazione appropriati, riprendere in mano l’agenda politico-amministrativa della città in strettissima collaborazione con il gruppo consiliare, entrando nel vivo dell’attività amministrativa ed elaborando proposte serie e concrete per il governo delle principali questioni che caratterizzano il territorio. Per realizzare tali obiettivi è necessario mettere in campo un gruppo dirigente mosso da passione, voglia di realizzare e coeso intorno ad un progetto politico serio ed innovativo”.






Questo è un articolo pubblicato il 19-01-2012 alle 17:28 sul giornale del 20 gennaio 2012 - 1825 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, sara caponi, pd assisi, segreteria, federico masciolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/t9g