Il Bosco di San Francesco si risveglia dal letargo

Bosco di San Francesco 3' di lettura 01/02/2012 - Ad Assisi, da sabato 4 febbraio 2012 riapre al pubblico dopo la pausa invernale il Bosco di San Francesco ad Assisi del Fondo Ambiente Italiano. Per il mese di febbraio il Bosco sarà visitabile solo nei weekend dalle ore 10 alle 16, mentre a partire dal 1° marzo sarà aperto tutti i giorni (ad esclusione dei lunedì non festivi).

Un gran numero di persone lo ha già visitato nei primi due mesi di apertura e, ora, dal 4 febbraio il Bosco potrà tornare a essere meta di gite e giornate all’insegna della natura e dell’arte, anche grazie a un ricco calendario di manifestazioni che verranno organizzate dal FAI nel corso dell’anno.

Tra le prime iniziative in programma, nelle domeniche da aprile a settembre si alterneranno speciali visite guidate con il direttore e con il giardiniere del Bosco: entrambi racconteranno la storia di questo luogo e le bellezze della sua vegetazione e in più, alla fine del percorso, il pubblico potrà degustare ottimi prodotti tipici, dal miele ai formaggi fino ad arrivare al cioccolato.
Ad aprile e a maggio, sempre di domenica, sarà invece la volta di una manifestazione pensata in particolare per i bambini: si chiamerà "C'era una volta nel Bosco - Letture e giochi didattici per bambini" e sarà incentrata su letture di libri legati alla storia di San Francesco e di personaggi, anche fantastici, che animano i boschi, intervallate da giochi e laboratori ludico-didattici all'aria aperta.
Inoltre, in primavera un’altra originale iniziativa coinvolgerà il pubblico: lunedì 9 aprile, in occasione del pic-nic di Pasquetta, verrà lanciato il concorso fotografico “La mia cartolina” che chiederà ai partecipanti di scattare, e di consegnare al FAI entro fine maggio, delle fotografie che ritraggono il Bosco di San Francesco. Durante il pic-nic di sabato 2 giugno verranno proclamate le sei immagini più belle che diventeranno le cartoline ufficiali del Bosco.


Un paradiso naturale ai piedi di Assisi

La visita al Bosco di San Francesco di Assisi, splendido esempio di paesaggio rurale italiano di 64 ettari e oltre 800 anni di storia, è un vero e proprio cammino interiore alla scoperta del messaggio di perfetta armonia tra Uomo e Creato che San Francesco insegnò al mondo. Per diventare protagonisti di questa nuova forma di pellegrinaggio del Terzo Millennio i visitatori sono invitati a percorrere lo stretto sentiero che, partendo dalla Basilica di San Francesco e passando per la Selva di San Francesco, di proprietà della Basilica Papale - Sacro Convento di San Francesco d’Assisi, attraversa terreni boschivi e campi coltivati, radure e oliveti. Giunti a fondovalle, si potranno scoprire le testimonianze di un microcosmo abitato, a cavallo tra il XIII e XIV secolo da monache benedettine, e, più avanti, un’antica torre-opificio dalla quale è possibile ammirare e vivere il “Terzo Paradiso”, straordinaria opera di Land Art del Maestro Michelangelo Pistoletto.


Informazioni:
Bosco di San Francesco - Assisi, Perugia - tel. 075 813157; faiboscoassisi@fondoambiente.it
Orari di apertura:
Il Centro Visitatori presso il Complesso benedettino di Santa Croce, l’info-point e l’ingresso dalla Piazza Superiore di San Francesco seguiranno il seguente orario:
- da aprile a settembre dalle 10.00 alle 19.00; da ottobre a marzo dalle 10.00 alle 16.00.
Aperto tutti i giorni eccetto i lunedì non festivi. Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura.
Biglietto d'ingresso:
Ingresso gratuito. A sostegno delle attività del FAI si suggerisce un contributo di € 3,00.
In caso di manifestazioni può essere applicato il costo di un biglietto d’ingresso.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2012 alle 00:35 sul giornale del 01 febbraio 2012 - 647 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ambiente, natura, Fondo Ambiente Italiano, assisi, bosco di san francesco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/uD2