Biogas, Ansideri: ''La posizione di Ricci è ingiustificata''

Stefano Ansideri 2' di lettura 10/02/2012 - Sulla realizzazione di un impianto a biogas nella frazione di Costano, che infiamma da settimane il dibattito politico bastiolo contagiando anche il vicino comune di Assisi, il sindaco Stefano Ansideri interviene ribadendo il suo punto di vista e replicando a tutto tondo commmentando, in particolare, la netta posizione contraria del collega assisano, Claudio Ricci.

“Il Sindaco di Bastia Umbra, a torto o ragione, per carattere, per formazione, per deformazione professionale, cerca di essere sempre attento nel valutare i singoli problemi tenendo presente ogni elemento utile per la loro soluzione. In merito all’impianto a Biomasse la posizione è chiara: laddove non esistono controindicazioni che vadano nel senso di mettere a repentaglio le condizioni di salute degli individui e le condizioni dell’ambiente circostante, le attività economiche (Art. 41 Cost.), soprattutto in momenti di particolare depressione economica come l’attuale, devono nascere per creare ulteriori occasioni di sviluppo.
Per quanto riguarda i cittadini di Costano, lo ripeto, c’è stata la mia adesione alla loro volontà di tenere lontano dal proprio territorio l’impianto di che trattasi, concretizzatasi con la richiesta all’Azienda volta all’abbandono del progetto: il passo successivo, quello cioè di verificare le condizioni di legittimità, spetta ad un consesso di autorità tecniche, previsto dalla legge, al quale va necessariamente riconosciuta competenza e autorevolezza qualunque sia la sua determinazione.

La presa di posizione della Giunta di Assisi e del Sindaco della Città “serafica”, da quest’ultimo espressa anche quale Presidente dei siti UNESCO italiani, è comprensibile da un punto di vista di preoccupazione per il territorio circostante, ingiustificata da un punto di vista pratico, semplicemente perché, fortunatamente per l’intera area, si è continuato a costruire e a far insediare aziende anche all’interno del cono panoramico.

Voglio rivolgere un pensiero al Consigliere Mirco Casagrande (Pd), dal quale non mi sarei aspettato diversa argomentazione: vorrei ricordargli che suoi colleghi della stessa parte politica, che governano altri numerosi Comuni interessati agli stessi insediamenti, hanno manifestato apertamente la loro condivisione, avendo anche il supporto di una normativa regionale non scritta certamente dal centro-destra.

In ultimo, non certo per importanza e rispetto, chiedo all’amica Claudia Travicelli, riconoscendo la passione politica che la anima, di approfondire la conoscenza dell’argomento per poter sostenere a ragion veduta una sua eventuale opposizione”.

Foto di testata:
Stefano Ansideri






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2012 alle 02:08 sul giornale del 10 febbraio 2012 - 700 letture

In questo articolo si parla di attualità, biogas, stefano ansideri, bastia umbra, comune di bastia umbra, costano, impianto a biogas

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/u3t





logoEV
logoEV