Ospedale di Assisi: il punto nascita è salvo. Per ora

ospedale di assisi 1' di lettura 09/03/2012 - Il Sindaco di Assisi Claudio Ricci, unitamente alla Commissione Consiliare e Tecnica, hanno incontrato l'Assessore alla Sanità Franco Tomassoni. È stato un incontro molto costruttivo nel corso del quale l'assessore Tomassoni ha smentito le voci di chiusura del Punto Nascita di Assisi.

Attualmente, malgrado ancora non sia stato nominato il Primario in Ostetricia e Ginecologia, i nati ad Assisi sono circa 400 l'anno e non vi è stato, sul punto, alcuna riflessione o decisione regionale.
Solo dal mese di Giugno, infatti, noti gli indirizzi definitivi nazionali, si potrà affrontare il tema del Punto Nascita che, comunque, sarà oggetto di ampi incontri fra Regione e i vari territori.

Tomassoni ha ribadito, unitamente al Sindaco Claudio Ricci, l'impegno a mantenere e potenziare l'Ospedale di Assisi, che è il primo tema da risolvere visti i limiti imposti del Governo in merito ai 15 Ospedali della Regione, migliorando i servizi di base e creando ambiti di specializzazione utili alle Rete degli Ospedali Umbri e di Perugia in particolare.

In questo momento sono in atto, ad Assisi, interventi di miglioramento degli impianti tecnici e di condizionamento, delle aree esterne e del parcheggio e un aumento di 15 Posti Letto (prospettando anche il miglioramento del distretto sanitario nella zona di Santa Maria degli Angeli). Il Sindaco Ricci vigilerà con grande attenzione in modo che il Punto Nascita possa essere conservato in Assisi e, per il Sindaco e l'Amministrazione Comunale, questo è un punto fondante e non derogabile.»


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2012 alle 15:06 sul giornale del 10 marzo 2012 - 899 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale, assisi, claudio ricci, punto nascita, franco tomassoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wgu





logoEV