Patto Comune-Confcommercio per progettare la città di domani

Vincenzo Di Santi, Angelo Patrizio e Claudio Ricci 2' di lettura 16/03/2012 - Uno studio partecipato, un’analisi dettagliata per individuare con spirito di collaborazione e condivisione un piano per dare nuova vita ai centri storici di Assisi, Santa Maria degli Angeli e delle frazioni, combattendo gli effetti del progressivo spopolamento.

È con queste finalità che la Confcommercio e il Comune di Assisi, insieme alla commissione nazionale di Confcommercio per le politiche per le aree urbane, hanno ratificato un accordo per avviare un percorso virtuoso e condiviso che favorisca una progressiva rivalutazione e riqualificazione del centro storico.

Firmatari dell’accordo il sindaco di Assisi Claudio Ricci, il presidente dell’associazione locale Vincenzo Di Santi e il responsabile dello sviluppo del progetto, l’architetto Angelo Patrizio.

“L’accordo - spiega Di Santi a Vivere Assisi - ha carattere operativo fin da subito. Entro pochi giorni, infatti, un team di architetti e tecnici giungeranno in loco per avviare una fase di analisi partecipata e condivisa con i cittadini, gli artigiani e i commercianti. L’iniziativa - aggiunge il presidente - è importante perché mette in moto un progetto di screening e sviluppo, rigorosamente a costo zero, fondamentale per far sopravvivere e rilanciare i nostri centri storici”.

Scopo della partecipazione collettiva, spiega ancora Di Santi, è rendere l’analisi “il più possibile mirata e calibrata rispetto alle esigenze locali dei residenti e delle attività commerciali e artigianali, rispettando gli equilibri e le istanze di tutte le realtà e i soggetti coinvolti”.

Riqualificare residenziale e commerciale, riconnettere tra loro le zone “slacciate”, dare senso e significato al volto della città in vista di un domani trovando soluzioni nuove a partire da ciò in cui altri hanno fallito. Del resto combattere l’impoverimento dei centri storici non è una sfida solo assisana, ma comune a molte città e, imparando dal passato e guardando al futuro, l’ambizioso progetto ricalca i piani già utilizzati per altre grandi città italiane, come Padova, Arezzo, Milano.
“Basta guardare la vicina Perugia - rileva Di Santi - per rendersi conto delle conseguenze causate dallo spopolamento del centro storico. Ma anche i piccoli borghi come Bettona soffrono della stessa malattia. La vera sfida, tuttavia, non consiste nel tamponare il problema nell’immediato, ma progettare la città dei nostri figli e nipoti, ripensando il tessuto urbano in vista delle esigenze future. È necessario, insomma, guardare avanti e progettare la città di domani”.

Foto di testata:
Vincenzo Di Santi, Angelo Patrizio, Claudio Ricci. Sotto la stipula dell’accordo e gli intervenuti








Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2012 alle 02:24 sul giornale del 16 marzo 2012 - 3039 letture

In questo articolo si parla di attualità, centro storico, confcommercio, assisi, sara caponi, comune di assisi, piazza del comune assisi, vincenzo di santi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/wxU





logoEV
logoEV