SEI IN > VIVERE ASSISI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ricci, un fantasma con fascia tricolore in difesa del punto nascita

3' di lettura
2503

Claudio Ricci mascherato da fantasma per la tutela del punto nascita

Una manifestazione simbolica quella messa in atto dal sindaco di Assisi Claudio Ricci, che si è mascherato da fantasma per richiamare l’attenzione sul fatto che “se chiude il punto nascita non ci sarà più un Francesco o una Chiara nati ad Assisi” i quali, perciò, sono come fantasmi.

Una manifestazione simbolica quella messa in atto dal sindaco di Assisi Claudio Ricci, che si è mascherato da fantasma per richiamare l’attenzione sul fatto che “se chiude il punto nascita non ci sarà più un Francesco o una Chiara nati ad Assisi” i quali, perciò, diventeranno solo fantasmi.

La giornata di mobilitazione, sulla scia della proposta lanciata dalle pro loco del territorio, è stata indetta dal sindaco di Assisi per raccogliere firme a sostegno dell’ospedale di Assisi, il cui punto nascita rischia la chiusura a causa del troppo ridotto numero di parti.

Come racconta il sindaco Ricci, “sin dalla prima mattinata molte persone hanno aderito” e centinaia di firme sono state raccolte, con l’ambizioso obiettivo di racimolare diecimila sottoscrizioni al fine di trasformare l’atto simbolico in atto concreto. Se i numeri saranno rilevanti non è da escludersi, infatti, che le sottoscrizioni finiscano sotto forma di petizione sulla scrivania del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Alla manifestazione, iniziata alle ore 10, hanno aderito cittadini, associazioni e rappresentanze istituzionali e politiche. Assente, come preannunciato, la delegazione del centrosinistra.
“Tra le prime adesioni - afferma Ricci in una nota -, oltre che numerosi assessori e consiglieri, anche quella di Antonello Baldoni, presidente del comitato cittadino per la tutela dell’ospedale di Assisi (foto in basso), anche per le pro loco del territorio. Nelle prossime giornate - aggiunge - il “libro storico delle adesioni" verrà portato in tutto il territorio, nelle frazioni e nei comuni limitrofi, con l'obiettivo si raggiungere le 10.000 firme”. Il Comune di Bastia si è già reso disponibile ad accogliere il registro per tutta la prima settimana di marzo.
“La raccolta di firme - annuncia il sindaco - continuerà nelle prossime settimane in modo ininterrotto nel territorio di Assisi, nei comuni limitrofi e anche a livello regionale e nazionale, auspicando adesioni di personalità illustri del mondo della medicina, della scienza, della cultura e della politica)”.

Alla base della manifestazione, ha spiegato Ricci, “nessuna protesta verso nessuna istituzione ma solo una sollecitazione di attenzione, soprattutto per la tutela del punto nascita, rivolta alla Regione e allo Stato italiano”.
Fra le priorità per la salvaguardia e valorizzazione del punto nascita tutti concordano sulla necessità di nominare il primario in ostetricia e ginecologia, vacante da ormai un lustro. “Le nascite - afferma in proposito Ricci ricordando quanto detto anche nei giorni scorsi - erano oltre 700 prima che il primario, cinque anni fa, concludesse il suo operato in Assisi e, da quel momento, non è stato più rinominato”.
Fra le altre richieste avanzate al fine di tutelare il buon nome dell’ospedale di Assisi anche la valorizzazione dei servizi base e la creazione di specializzazioni utili alla rete degli ospedali umbri.



... Claudio Ricci mascherato da fantasma per la tutela del punto nascita
... Claudio Ricci mascherato da fantasma per la tutela del punto nascita
... Claudio Ricci e Antonello Baldoni


Claudio Ricci mascherato da fantasma per la tutela del punto nascita

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2012 alle 03:52 sul giornale del 26 marzo 2012 - 2503 letture