Sciame sismico nella notte, paura in Umbria

Terremoto distretto sismico Colfiorito-Nocera Umbra 1' di lettura 23/04/2012 - È stato sufficiente un lieve tremolìo per far tornare la mente al 1997, quando la terra ha tremato portando con sé terrore e devastazione. Fortunatamente non ha avuto conseguenze il lieve sciame sismico che nella notte tra venerdì e sabato è stato registrato tra Umbria e Marche.

Prima due scosse a breve distanza, poco dopo la mezzanotte, una di magnitudo 2 e l’altra di magnitudo 2.3, registrate rispettivamente alle 00:36 e alle 00:44. Poi un’altra scossa, di magnitudo 2.9, ha fatto tremare i sismografi alle 3:53. L’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha individuato l’epicentro tra il comune di Monte Cavallo, in provincia di Macerata, e quello di Sellano, in provincia di Perugia, entrambi compresi nel distretto sismico di Colfiorito-Nocera Umbra, lo stesso interessato dal sisma del 1997.
Qualche ora dopo, alle ore 9:03 e sempre nella stessa zona, si è verificata un’altra scossa di magnitudo 1,7.

Le scosse, di lieve entità, non destano particolare preoccupazione data la natura superficiale: l’Ingv ha infatti calcolato, per tutti i fenomeni tellurici, un ipocentro profondo tra gli 8 e i 9 chilometri.

Il terremoto è stato avvertito anche nei comuni limitrofi, ma non ha provocato alcun danno a cose o persone.






Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2012 alle 00:27 sul giornale del 23 aprile 2012 - 1536 letture

In questo articolo si parla di cronaca, terremoto, umbria, sisma, annamaria volpi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/x8V