Bastia: compra elettrodomestici con assegno rubato. Denunciata per truffa

Auto carabinieri 1' di lettura 04/05/2012 - Fra i vari elettrodomestici anche un forno e un frigorifero: un ricco carrello della spesa (oltre mille euro il valore) quello che una italiana di 40 anni, già nota alle forze dell’ordine, ha acquistato pagando con un assegno rubato.

L’assegno, rubato alcune settimane prima a Perugia, ha consentito ai carabinieri di Petrignano di avviare alcune indagini che in breve tempo hanno portato i militari sulle tracce della donna autrice del raggiro. Una volta identificata, la donna è stata denunciata per truffa e ricettazione.

Un’altra donna di 48 anni, italiana e pregiudicata, è evasa dagli arresti domiciliari che scontava dopo aver partecipato a una rissa. I carabinieri di Bastia Umbra, che hanno accertato la sua assenza presso il domicilio, l’hanno rintracciata mentre si aggirava nei pressi di alcuni esercizi commerciali e nuovamente arrestata per evasione e nuovamente sottoposta agli arresti domiciliari.






Questo è un articolo pubblicato il 04-05-2012 alle 03:02 sul giornale del 04 maggio 2012 - 581 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, truffa, arresto, Raffaele Aristei, bastia umbra, arresti domiciliari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/yBA





logoEV
logoEV