La carovana rosa invade Assisi: trionfo di Rodriguez (fotogallery)

Joaquim Rodriguez maglia rosa ad Assisi 4' di lettura 16/05/2012 - Ieri, martedì 15 maggio, Assisi ha vissuto uno dei suoi momenti più belli. Decine di biciclette hanno sfrecciato lungo i suggestivi vicoli in pietra della città serafica, fra due ali di spettatori emozionati che esultando e sventolando fazzoletti e bandierine hanno accolto l’arrivo della carovana rosa del Giro d’Italia nella decima tappa che ha incoronato lo spagnolo Rodriguez.

Nel pieno rispetto di tutti i pronostici, con il tempo di 4h 25' 05'', Joaquim Rodriguez è il vincitore della tappa Civitavecchia-Assisi. Con il trionfo assisano lo spagnolo della Katusha è nuova maglia rosa e si pone alla guida della classifica generale con 17'' di vantaggio sul canadese Ryder Hesjedal.

Tutto come da copione e nessun intoppo per un evento che resterà nella storia della città. Sole, mite calura primaverile e migliaia di spettatori che sono accorsi ai piedi del Subasio, nella città del Poverello, per assistere a uno spettacolo sportivo unico ed emozionante.

La tappa, partita da Civitavecchia intorno alle 12.45, si è snodata lungo un percorso di 186 chilometri che ha attraversato le province di Viterbo, Terni e Perugia. La parte più entusiasmante, manco a dirlo, il finale, definito da molti tra i più spettacolari dell’intera manifestazione. Giunti intorno alle 16.40 nei pressi di Rivotorto, gli atleti si sono diretti verso Assisi attraverso il muro di San Damiano, la dura salita che dalla pianura conduce alla parte bassa di Assisi (nei pressi dell’ospedale) con punte di pendenza fino al 15%. Uno zoccolo duro, che ha messo a dura prova i corridori, superato il quale gli atleti hanno fatto il loro ingresso nella città serafica attraversando la piazza inferiore della basilica di San Francesco.
Qui gli spettatori in giubilo hanno assistito ad un bellissimo gesto dell’inglese Cavendish, che passando davanti la basilica di San Francesco d'Assisi ha indicato a tutta la carovana rosa di ammirare la bellezza del Sacro Convento di Assisi.
Poi la fuga attraverso via San Francesco per percorrere gli ultimi metri prima del traguardo posto di fronte al tempio di Minerva: un susseguirsi di scatti e sorpassi fino ai duecento metri finali, dove lo scatto di Rodriguez ha scritto il finale che ha visto il polacco Huzarski e il siciliano Visconti restare dietro, classificandosi rispettivamente secondo e terzo a due secondi di distanza.

Poco dopo il campione, che vestendo la maglia rosa si è posto in testa alla classifica generale, è stato premiato dal sindaco di Assisi Claudio Ricci e dall’assessore Francesco Mignani sul palco allestito in piazza del Comune.

“In qualità di presidente dei Siti Italiani Unesco - ha commentato Ricci - non posso che essere felice del fatto che, nell’anno in cui ricorre il quarantesimo anniversario dalla fondazione della loro lista, l’edizione 2012 del Giro d’Italia sia dedicata ai siti nel nostro Paese dichiarati Patrimonio Mondiale”. Ricordando che il passaggio del Giro si pone come “momento di grande promozione per l’intera regione”, Ricci ha sottolineato che “la Città di Assisi accoglie i ciclisti in maglia rosa con grande entusiasmo e preparazione, contando sul prezioso supporto della Regione dell’Umbria, della Provincia di Perugia, del Comitato Regionale Umbro della Federazione Ciclistica Italiana e dell’Assessorato allo Sport della Città di Assisi”.

Grande l’entusiasmo manifestato anche dai frati di Assisi, gratificati dal gesto simbolico di Cavendish e onorati di accogliere la carovana rosa che hanno salutato dalla loggia della basilica di San Francesco sulla quale campeggiava lo striscione “Fai il Giro d’Italia con sanfrancesco.org”, quasi a dire ai ciclisti e agli appassionati di portare sempre in “giro” per il mondo il messaggio di pace e fratellanza del Poverello.

Oggi, mercoledì 16 maggio, il Giro ripartirà da Santa Maria degli Angeli per la tappa più lunga, l’undicesima, da Assisi a Montecatini Terme.


Nelle foto:
Assisi vestita di rosa per l’arrivo del Giro d’Italia, quindi il trionfo e la premiazione di Rodriguez.
(si ringrazia, tra gli altri, Fulvia Leopardi per il generoso contributo)








Questo è un articolo pubblicato il 16-05-2012 alle 02:30 sul giornale del 16 maggio 2012 - 920 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, sara caponi, giro d'italia, giro d'italia 2012

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/y67