Alzheimer, via agli incontri con le famiglie

assistenza anziani 1' di lettura 22/05/2012 - Avrà inizio martedì 29 maggio il ciclo d’incontri dedicati alle famiglie e agli operatori dedicato al tema dell’Alzhaimer, organizzato dall’associazione La Zattera, presieduta da Caterina Calello, con la collaborazione del Cesvol.

L’incontro avrà luogo a partire dalle ore 18.30 presso la sede delle associazioni in via Cecci della frazione assisana di Santa Maria degli Angeli.

“Il progetto intende affrontare le patologie dell’Alzhaimer e delle demenze dal punto di vista sociale e sanitario” spiega l’Assessore Massucci “analizzando i possibili interventi terapeutici da poter attuare rispetto all’ambiente relazionale, attraverso azioni di formazione e supervisione che, oltre a fornire elementi di conoscenza sulla malattia e le sue manifestazioni, siano occasione di educazione alla riflessione e alla relazione, al fine di strutturare e potenziare le risorse di coloro che seguono gli affetti dalla patologia di Alzhaimer.

Fra i vari temi che verranno affrontati nel corso del ciclo d’incontri è previsto un approfondimento delle tecniche di valorizzazione dei linguaggi verbale e non verbale, oltre che delle capacità residue del malato, in modo da supportarlo e prevenire il processo degenerativo.

Il progetto sull’Alzhaimer è finalizzato a attivare un’azione educativa e di supporto alle famiglie che hanno a che fare con i portatori di questa patologia, per promuovere una maggiore competenza nella gestione delle problematiche relative alla malattia”.


In allegato il calendario degli incontri








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2012 alle 02:55 sul giornale del 22 maggio 2012 - 1754 letture

In questo articolo si parla di attualità, anziani, alzheimer, assisi, assistenza, moreno massucci, comune di assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zmI


In un primo momento ho pensato a un refuso. Poi ALZHAIMER è stato ripetuto più volte. Spero sia un errore della redazione, perche' se e' un errore del comune mi verrebbe da dire.. in che mani siamo!

Gentile lettore,
generalmente i comunicati stampa vengono riportati "as is", ovvero fedelmente e senza alterazioni.

Grazie per l'attenzione