Viole, Bocchini: ''L'ufficio postale va salvaguardato''

Ivano Bocchini 03/08/2012 - Il presidente della Pro Loco di Viole nonché consigliere comunale di maggioranza, Ivano Bocchini, interviene nella vicenda della paventata chiusura dell'Ufficio Postale di Viole, in ottemperanza ad una legge dell'allora ministro Scaiola che prevede la chiusura dei siti cosiddetti mono-unità, prendendo spunto dalle proposte avanzate in questi giorni dal presidente del "Comitato Pozzolo", Moreno Cosimetti.

Ivano Bocchini trova giusto formulare ipotesi di soluzione a salvaguardia di un ufficio postale che, venendo meno, colpirebbe particolarmente il ceto debole di una frazione che ne traeva anche un indotto positivo per le sue poche attività commerciali. Al riguardo, infatti, Ivano Bocchini puntualizza che l'Amministrazione Comunale ha fatto i suoi passi con una direttiva di giunta del 13 luglio scorso, inviata all'Amministratore Delegato ed al Direttore Generale di Poste Italiane, sollecitando una rivalutazione del programma di "chiusure". Inoltre segnala che il Sindaco Claudio Ricci ha aderito alle iniziative dell'Anci in proposito a livello nazionale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2012 alle 16:26 sul giornale del 04 agosto 2012 - 1512 letture

In questo articolo si parla di attualità, poste italiane, assisi, ufficio postale, comune di assisi, san vitale, viole, ivano bocchini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/CsV