Puc S.M.Angeli, Ricci a Sciamanna: ''Piano riqualificherà dodici ettari di degrado''

Puc Santa Maria degli Angeli 5' di lettura 21/08/2012 - Abbiamo tutti rispetto - afferma il Sindaco di Assisi Claudio Ricci replicando all’intervento di Enrico Sciamanna -, di chi propone idee e progetti, categoria a cui speriamo tutti di appartenere; poi, però, vi è il fare, cosa più complessa, ma è l'unica che porta a sviluppare cultura condivisa, economia, socialità e umane attività (io sono per la antropizzazione armonica del territorio alimenti tutto sarebbe bello, magnifico e incontaminato ma senza vita e persone ...).

Spesso, in questi anni, ho sentito pronunciare la parola UNESCO utilizzata per criticare qualche intervento urbanistico: forse sarebbe bene che si approfondisse il tema UNESCO, prima di citarlo, ricordando che solo negli ultimi anni, dopo che la procedura era rimasta inevasa per trenta anni, si è arrivati al riconoscimento di Assisi a Patrimonio Mondiale UNESCO (Assisi Centro Storico, Siti Francescani e Paesaggio Culturale).
Forse non è stato ben valutato che qualche mese fa a Parigi, presso la sede UNESCO e la sede della Facoltà Statale di Architettura (alla presenza dei massimi esperti di livello internazionale), il nuovo Piano Regolatore di Assisi, unitamente agli interventi di restauro e riqualificazione urbana in atto, sono stati presi a modello in quanto includenti del Piano di Gestione e delle Linee Guida di Restauro del Paesaggio Culturale.

Sul Piano Urbano Complesso di Assisi Santa Maria degli Angeli, che si trova fuori dal perimetro di riconoscimento UNESCO, forse sarebbe bene che si pubblicassero le foto prima dell'intervento: una immensa discarica (ex cava) a cielo aperto, con animali di ogni tipo, che impattava sul piano visivo, olfattivo e ambientale.
Il Piano, in corso di realizzazione, e di cui aspetterei la conclusione per dare un giudizio (infatti tutti i cantieri, anche quelli rinascimentali, durante i lavori impattano) prevede la riqualificazione di ben 12 ettari degradati di cui il 55% per aree verdi, parcheggi, percorsi pedonali e piazze (in corso di realizzazione e, spero sia opinione condivisa, non impattanti).
Inoltre sono previste aree commerciali, direzionali, abitative, socio culturali, multisala cinematografica, asilo e servizi ma con oltre 80.000 mc in meno rispetto alle previsioni del noto Piano Regolatore del Prof. Giovanni Astengo (la cui opera mirabile è posta nella storia urbanistica italiana) e della Variante Generale del 2004.
Da sottolineare che la zona intermedia, fra Santa Maria degli Angeli e il Centro Storico di Assisi, era ed è rimasta totalmente inedificata con significativi miglioramenti ambientali presi ad esempio.

Per quanto attiene alle archeologie industriali Nervi Morandi (ricordano il Sindaco di Assisi Claudio Ricci, l'Assessore all'Urbanistica Moreno Fortini e l'Assessore ai Lavori Pubblici Lucio Cannelli) Assisi è l'unico ampio esempio di recupero di queste opere d'arte e architettura ove è stato realizzato il teatro Lyrick, sono in corso i lavori per il Pala Eventi (anche Congressi e Fiere) il Museo dello Sport e del Pugilato, nonché servizi e miglioramento delle aree adibite a piscina coperta, sport e tempo libero (inclusi svincoli, viabilità e sottopassi già realizzati): tutte le risorse sono disponibili (le critiche sulla mancanza di finanziamenti sono infondate in quanto i cantieri sono aperti ed anzi occorre ringraziare per i Contributi Concessi Regione Umbria, Unione Europea, Presidenza Consiglio dei Ministri e Co Finanziamenti del Comune) il cantiere procede bene (il 21 settembre c'è una pre inaugurazione del Pala Eventi, al fine di consentire lo svolgimento della borsa internazionale del turismo nei Siti UNESCO, che porterà una grande promozione ad Assisi, e tutte le opere verranno completate a metà del 2013).
L'attività sportiva sul pugilato, che si svolge ed è di livello italiano e internazionale, credo che valorizzi l'immagine di Assisi sul piano sportivo e turistico grazie all'opera di Franco Falcinelli (Presidente della Federazione Pugilistica Italiana) e il pugilato è, in particolare nella versione olimpica, a cui si dedica la sede di Assisi, un esempio di valori legati al sacrificio, all'etica della nobile arte pugilistica, all'incontro fra persone e al rispetto dell'altro che tutti i pugili dimostrano, ampiamente, alle fine di ogni gara.
Come si nota le idee, seppur rispettabili sono una cosa, i fatti, i numeri e l'operare per coniugare la tutela e lo sviluppo, di un territorio, è altra cosa diversa e più concreta.

Un ultimo cenno sull'area Stadio degli Olivi Piscina Scoperta (come ricordano il Sindaco di Assisi Claudio Ricci e l'Assessore allo Sport Francesco Mignani): sono in atto riflessioni e progetti preliminari per la completa riqualificazione, anche coinvolgendo i privati, ma il tema è quello di individuare adeguate risorse (che il Comune aveva chiesto, anche recentemente, nell'ambito del progetto Roma Olimpica 2020, poi abbandonato dal Governo) in quanto per un intervento significativo, includente anche della realizzazione di aree a parcheggio, necessitano diversi milioni di euro (che occorre trovare, almeno in parte, attraverso fondi privati, nazionali o europei: sarà questo l'impegno dei prossimi 2/3 anni).

Nella Foto, dall'alto, si nota che la zona del Piano Urbano Complesso, vicino ai nuovi svincoli, ricuce e riqualifica un'area già urbanizzata e che la fascia di protezione, fra Santa Maria degli Angeli e Assisi (vicino al Centro Storico), era e rimane, come si può notare, totalmente inedificata (contrariamente a quanto comunicato nell'articolo di critica).
Inoltre il Museo dello Sport e del Pugilato è all'interno delle Archeologie Industriali che verranno solo restaurate lasciandole intatte come all'epoca in cui erano Fabbriche Chimiche che saranno trasformate in Fabbriche di Cultura.


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-08-2012 alle 03:27 sul giornale del 21 agosto 2012 - 2041 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbanistica, claudio ricci, santa maria degli angeli, puc santa maria degli angeli, puc

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/CY3


Ben due risposte del Sindaco a Sciamanna. Vuol dire che il Professore ha colto nel segno. Ripeto bravo.

salmastro

22 agosto, 00:21
Sono d'accordo con il sindaco Ricci per la realizzazzione del museo del pugilato. Vuoi mettere l'emozione di godere della vista di un paio di braghe di Nino Benvenuti o la canotta sudata di Patrizio Oliva quando vinse la medaglia d'oro alle olimpiadi? C'è da rischiare la sindrome di Stendhal. Inoltre all'ingresso di Assisi, sul display luminoso, invece della banalissima scritta: "città della pace" potremmo leggere città della pace e dei cazzotti.