Nettezza urbana, Lunghi a Maccabei: ''Problemi di oggi nati con Bartolini''

Antonio Lunghi 2' di lettura 04/09/2012 - Ispirata o indotta a scrivere su un problema che, a quanto pare, non conosce, Simonetta Maccabei (capogruppo della Lista Bartolini), si comporta come la massaia che va al mercato e, prima di acquistare, in tempi di crisi, guarda i prezzi e non fa altre valutazioni, che invece andrebbero fatte, soprattutto nel caso che ci riguarda, quello della raccolta differenziata, divenuto un problema molto spinoso per l'amministrazione comunale dal 2008, proprio a causa del suo capolista, Giorgio Bartolini.

Essendo egli a quel tempo assessore ai lavori pubblici con delega all'ambiente, decise di non formalizzare il contratto con la società Gest (gestrice del servizio di raccolta per l'ATI 2), credendo di risparmiare, non considerando pero' le pesanti conseguenze che non potevano non derivarne ed intentando un ricorso nei confronti dell'A.T.I.
Questo ricorso è stato respinto dal T.A.R. dell'Umbria e di conseguenza l'ammnistrazione ha voluto ricorrere al Consiglio di Stato.

Claudio Ricci, agli inizi del 2011, considerando i risvolti negativi che una bocciatura al Consiglio di Stato avrebbe causato per il Comune, ha deciso di chiudere il contenzioso, anticipando la scadenza del contratto con la Ecocave ed accettando di entrare nel nuovo servizio gestito dall'A.T.I. con la soc. GEST, che, nel rispetto delle prescrizioni di legge nazionali ed europee, impone una percentuale di raccolta differenziata del 65% alla fine del 2012, ben al di sopra di quella che abbiamo realizzato alla fine del 2011 (24%) con le "vantaggiose" scelte del Bartolini.

D'altra parte Giorgio Bartolini aveva fatto predisporre una proposta ad ECOCAVE di estendere il servizio a tutto il territorio comunale, ma non l'ha voluta portare avanti. Questa proposta comportava un aumento considerevole del costo del servizio che non dipende solamente da chi lo realizza, ma dalle modalità con cui è espletato.
Credo che su questa vicenda dobbiamo essere noi amministratori molto seri e non indulgere con facili demogogie. I problemi dell'aumento dei costi esistono, ma fare correttamente la raccolta differenziata è un fatto di civiltà.


da Antonio Lunghi
Vicesindaco del Comune di Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-09-2012 alle 17:02 sul giornale del 05 settembre 2012 - 1232 letture

In questo articolo si parla di rifiuti, raccolta differenziata, politica, assisi, giorgio bartolini, antonio lunghi, simonetta maccabei, nettezza urbana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Dr4