Bastia Umbra: Aristei 'difende' la Mezza Notte Bianca, ''Grande festa della cultura''

Rosella Aristei 3' di lettura 08/09/2012 - “Tanta cultura, volontariato, solidarietà e musica di qualità: insomma tutto fuorché rumore e bancarelle del venerdì”. Così il vicesindaco di Bastia Umbra, nonché assessore alla cultura, respinge le critiche mosse dal Pd sulla Mezza Notte Bianca, che sabato scorso ha riempito le vie del centro urbano bastiolo.

“La formula proposta, come dimostrano i lusinghieri numeri - aggiunge Aristei -, ha registrato un vivo apprezzamento da parte del pubblico, che quest’anno ci ha premiato con un afflusso record di 20mila visitatori. A “vincere”, secondo Aristei, una proposta variegata che ha saputo mescolare a “buona musica ed eventi di alta qualità” (tra cui la prestigiosa sfilata della collezione privata di Cinzia Lemmi, il concerto degli allievi della scuola di musica comunale e le esibizioni di scuole di danza e pattinaggio) anche numerose iniziative di intrattenimento per divertire grandi e piccini, tra cui, tanto per citarne alcune, lo spettacolo “Fachiro Lillo” a cura della pro loco, l’animazione con burattini e clown, lo spettacolo di magia e la pagoda dei serpenti.
“L’edizione 2012 della Mezza Notte Bianca - rileva inoltre Aristei - si è caratterizzata per un fortissimo approccio culturale e sociale grazie alla presenza della biblioteca comunale, del teatro Lyrick e del volontariato, tra cui le associazioni per le pari opportunità e per la difesa dei diritti femminili, tanto per citarne alcune. Degno spazio è stato dato all’arte con l’angolo dedicato alla pittura a cura del gruppo “è Art” di Raffaele Tarpani e con l’estemporanea promossa dall’associazione “Amici dell’Arte” di Marco Giacchetti. A tutto questo abbiamo affiancato un percorso di solidarietà e beneficienza del quale il Coro delle Mondine di Novi di Modena è stato massima espressione; un percorso che è naturale prosecuzione della campagna di solidarietà per le popolazioni terremotate dell’Emilia Romagna promossa dall’amministrazione comunale di Bastia Umbra anche con l’acquisto solidale di parmigiano danneggiato dal sisma. Per usare le parole del Pd, la Mezza Notte Bianca è stata proprio una “occasione di incontro mirata alla gioia dello stare insieme”, come dimostravano i volti sorridenti di chi transitava per la città”.
Una festa così articolata richiede un’organizzazione altrettanto articolata e, da amministratore, il vicesindaco rileva che la manifestazione ha rappresentato una “opportunità per dare lavoro a tante imprese del territorio, anche piccole, stimolando così gli interessi locali”.
Dal punto di vista commerciale, stando a quanto riferito da alcune fonti vicine agli esercenti (ma su questo si attendono numeri più ufficiali), la manifestazione non sembra però aver premiato i negozi bastioli. Stando a fonti dirette, pare addirittura che un noto negozio di abbigliamento abbia battuto appena tre scontrini durante l’intera apertura serale. Segnale, sicuramente, di una crisi profonda che nemmeno l’aria di festa o l’attrazione degli ultimi stracciati saldi è in grado di attenuare.
Nonostante ciò, tuttavia, il presidente della Confcommercio di Bastia Umbra Sauro Lupattelli ha rivolto al vicesindaco un “sincero plauso” al quale si è aggiunto quello di “altri operatori provenienti da altri grandi comuni, tra cui Foligno”.





Questo è un articolo pubblicato il 08-09-2012 alle 03:58 sul giornale del 08 settembre 2012 - 817 letture

In questo articolo si parla di politica, eventi, sara caponi, bastia umbra, rosella aristei, mezza notte bianca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/DA1