Inquinamento pozzi: Regione dispone bonifica ad Assisi e Bastia Umbra

Acqua 1' di lettura 14/09/2012 - A distanza di un anno e mezzo dall’annuncio dell’avvio di un monitoraggio tra Assisi e Bastia Umbra per determinare l’entità dell’inquinamento idrico rilevato grazie ad alcuni controlli effettuati dall’Arpa, nella giornata di ieri l’assessore regionale all’ambiente Silvano Rometti ha annunciato che la Regione ha incluso anche Assisi e Bastia Umbra tra i siti inquinati da bonificare.

La decisione arriva a seguito degli studi e monitoraggi, preceduti dalla messa in sicurezza preliminare delle aree interessate, disposti da un tavolo tecnico coordinato dalla Regione e istituito per far fronte alla contaminazione di alcuni pozzi privati nel territorio della valle assisana.
“Ai 19 siti già individuati nel piano regionale per la bonifica delle aree inquinate - spiega in una nota ufficiale l’assessore Rometti - si sono aggiunti, a seguito di inadempienza dei soggetti obbligati e del recente monitoraggio, altri tre nuovi interventi da realizzare nei comuni di Magione (Pulipelle snc), Assisi (area Torchiagina-Petrignano e San Lorenzo di Bastia Umbra) e Perugia (in loc. San Martino in Campo). La Regione Umbria – conclude Rometti - mantiene alta l’attenzione e l’impegno per l’individuazione, il recupero, la bonifica ed il ripristino ambientale delle aree inquinate, ciò a tutela della salute dei cittadini ed a salvaguardia del territorio umbro”.






Questo è un articolo pubblicato il 14-09-2012 alle 02:52 sul giornale del 14 settembre 2012 - 1777 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, acqua, assisi, san lorenzo, sara caponi, torchiagina, petrignano, bastia umbra, inquinamento pozzi, inquinamento idrico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/DOz