Bastia Umbra: urbanistica, il Pd attacca la giunta. ''La farsa continua''

Partito Democratico 2' di lettura 23/09/2012 - L'incapacità di governo e di gestione corretta della pubblica amministrazione della Giunta Ansideri è da molto tempo ormai nota. Solo che ultimamente, con la vicenda dell'estromissione dell'assessore Livieri e della gestione del nuovo PRG, ha raggiunto livelli da record.

L'avvicendamento dell'Assessore al di là di commenti ufficiali nasconde dietro di sé uno scontro politico serio e molto aspro in Giunta e tra la forze di maggioranza sulla gestione del territorio e soprattutto sullo stato di totale inerzia della giunta comunale nell'affrontare e risolvere i problemi che la città presenta. Giova qui ricordare che sui temi più impegnativi che la città ha, non si è fatto nessun passo in avanti; il che sarebbe ad un certo punto anche comprensibile vista la complessità dei problemi che ci sono da affrontare, ma di tali problemi non se ne è affrontato e risolto nemmeno uno e sono ormai più di tre anni che questa Giunta governa.
L'area Franchi: il piano è stato adottato ormai più di un anno fa ma non si Sto arrivando! Ancora quando avverrà l'approvazione efinitiva e il sindaco con grande enfasi aveva annunciato l'apertura dei cantieri per l'apertura del sottopassaggi ferroviario su via Firenze circa 18 mesi (rileggere comunicati stampa e annunci dello stesso sindaco!).
Il piano Deltafina, presentato in pompa magna alcuni mesi fa, non sappiamo ancora quale destino avrà e come approderà in consiglio comunale. L'area San Marco, da annuncio in annuncio di imminente soluzione, di mese in mese si aspetta che la pratica approdi finalmente in consiglio comunale.
E che dire poi del progetto di recupero area Piazza del Mercato. Anche qui annunci, presentazioni, avvio di un dibattito, ma poi tutto torna nel silenzio.
Ma il caso più eclatante è come viene affrontato e gestita la realizzazione del nuovo PRG. Qui insieme alla farsa siamo al grottesco. Si da il via ad un ipotetico coinvolgimento della città attraverso uno sportello di partecipazione denominato urban lab; si avvia in percorso di partecipazione con la città. Si prospettano assemblee nei quartieri e incontri durante le feste patronali, ma non vi è nessuna traccia di proposta base presentata dall'amministrazione comunale sulla quale i cittadini si possono confrontare sulle scelte generali e su quello che può interessare in forma privata.
Che cosa ne verrà fuori? Di questo pericoloso strumento messo in campo?
Ci fermiamo qui, ma pensiamo che quanto detto sia più che sufficiente per dimostrare la crisi grave politica e amministrativa che attraversa la Giunta comunale di Bastia e che lo scontro politico, appena iniziato con l'estromissione dell'assessore Livieri, è ben lungi dall'essere concluso.
Queste sono le grandi novità della Giunta Ansideri: incapacità, inefficienza, gestione approssimativa delle risorse pubbliche e assenza totale di un'ipotesi di governo della città!


dal Partito Democratico
Sezione di Bastia Umbra




Questo è un articolo pubblicato il 23-09-2012 alle 18:15 sul giornale del 24 settembre 2012 - 639 letture

In questo articolo si parla di partito democratico, bastia umbra, pd bastia, giunta ansideri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/D9Q