Da Assisi ad Haiti il 'ponte d'amore' di Andrea Bocelli

Haiti 1' di lettura 26/09/2012 - “Un ponte d’amore da Assisi ad Haiti” è il progetto per combattere la mortalità infantile nel paese più povero delle Americhe lanciato da Andrea Bocelli nella sua recente visita ad Assisi in occasione del concerto “Amore e perdono” organizzato e promosso dall’istituto Fetzer.

Haiti, devastata dal terremoto del 2010 e dalla conseguente epidemia di colera, ha il triste primato di avere uno dei tassi di mortalità infantile più alta al mondo.
Finalità del progetto che sarà portato avanti dalla Fondazione Andrea Bocelli (insieme all’istituto Fetzer e alla Fondazione Francesca Rava) è quella di fornire assistenza a mamme e bambini durante il parto o nel caso di patologie legate alla gravidanza (molto comuni in Haiti e spesso causa di morte e malformazioni) nell’unico ospedale pediatrico dell’isola di Haiti, il Saint Damien, che assiste ogni anno più di trentamila bambini.
Il progetto si inserisce nel programma “Break the barriers” portato avanti dalla Fondazione Andrea Bocelli e le tre istituzioni hanno deciso di celebrare ufficialmente ad Assisi la loro partnership condividendo la loro comune missione per valorizzare l'amore, la compassione e il perdono.






Questo è un articolo pubblicato il 26-09-2012 alle 02:15 sul giornale del 26 settembre 2012 - 1683 letture

In questo articolo si parla di attualità, solidarietà, andrea bocelli, haiti, assisi, sara caponi, istituto fetzer

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Eel